"Nevone", la conta dei danni è finita

Il bilancio è pesantissimo, si supera la soglia dei 70 milioni di euro.

Sono state completate le elaborazioni delle quasi 1.300 schede di rilevazione dei danni alle imprese causati dalle nevicate abbondantissime dei primi di febbraio. Dai risultati finali sono stati escluse le richieste pervenute dal settore agricolo, oggetto di una specifica raccolta operata dalla provincia di Forlì Cesena.

Dopo una prima stima che evidenziava perdite per circa 51 milioni di euro, ora gli importi calcolati in base alle dichiarazioni delle 1.296 imprese ammontano a 70.208.118 euro
”La rilevazione non può considerarsi esaustiva rispetto all’entità complessiva dei danni subiti dal territorio. L’intento è quello di ottenere nel più breve tempo possibile una prima, seppure parziale, valutazione degli effetti della nevicata affinché le autorità competenti possano attivare misure immediate e urgenti per ripristinare le attività economiche preesistenti e agevolare il ritorno alla normalità”, spiegano dall’Ente Camerale.

Il riepilogo dei danni

Al 4 Marzo 2012, data di chiusura della rilevazione, le imprese della provincia di Forlì-Cesena che hanno compilato le apposite schede sono state 1.296.

La modulistica da cui prendono avvio tutte li rendiconto, tenevano in considerazione i danni registrati alle strutture, edifici, impianti, macchinari attrezzatura, mezzi di trasporto, ma anche i danni alla produzione e al fatturato, come la contrazione delle vendite o gli ordini rimasti inevasi o annullati, o come la mancata produzione, consegna e il deperimento delle merci. Ultimo ma non meno importante aspetto considerato, è la questione degli oneri aggiuntivi, legati alla garanzia dell’accessibilità, agibilità delle strutture produttive e commerciali.

In base a questi dati raccolti, emerge che complessivamente, i danni segnalati ammontano a € 70.208.118,00 suddivisi tra danni a strutture:

14.758.691,00 € ( pari al 21,02%), perdite alla produzione e al fatturato:

50.558.320,00 € (pari al 72,01%), oneri aggiuntivi legati all’agibilità e accessibilità delle strutture: 3.608.178,00 € (pari al 5,14%)

In termini di importo, il 34% dei danni è stato segnalato da imprese con sede o unità locale nel comune di Forlì, il 24% da imprese del comune di Cesena.
Delle 1.296 imprese che hanno presentato la scheda, 519 presentano la qualifica artigiana ed hanno segnalato danni complessivi per 14.093.934,00 €.

47, invece, le imprese operanti in forma cooperativa che hanno segnalato danni complessivi per 15.860.807,00 €.
Fra le richieste che la Camera di Commercio ha inoltrato agli organi competenti ci sono, oltre a contribuzioni a favore delle imprese, anche l’adozione urgente da parte delle amministrazioni centrali e regionali di ogni misura possibile per alleggerire o diluire i carichi fiscali e contributivi delle imprese, impegnate su priorità di recupero di strutture e di attività essenziali.

Non è tutto qui: l’ente camerale di Forlì Cesena infatti ha presentato una formale richiesta per rendere più rapidi gli iter per l’accesso alla Cassa Integrazione Guadagni “ordinaria” e “in deroga” e per la sospensione o alleggerimento del patto di stabilità per gli enti locali.
“I risultati emersi – dichiara Alberto Zambianchi, Presidente della Camera di Commercio di Forlì-Cesena – ci spingono a rafforzare il livello di attenzione riguardo alle provvidenze che possono giungere da Roma e da Bologna; come pure a livello territoriale auspichiamo che siano accolte le nostre richieste di posticipare pagamenti e scadenze”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.