12 marzo 2012 - Forlì, Cronaca, Politica, Società

UdC, solidarietà al sindacato di polizia

Pasini bacchetta il sindaco anche sulla sicurezza in tribunale

“Esprimo piena solidarietà e vicinanza alle giuste istanze avanzate dalla Segreteria Provinciale del SIULP di Forlì Cesena. Credo, infatti – sostiene Andrea Pasini consigliere comunale e segretario provinciale UDC – che le considerazioni del sindacato unitario di polizia non possano che essere sostenute unanimemente. E' quanto meno fuori di logica che a fronte dei 1200 agenti trasferiti lo scorso novembre e dei 540 nuovi assegnati poco dopo, si continui a distribuire operatori di polizia in aree urbane che hanno livelli di criminalità simili o inferiori alla provincia di Forlì Cesena. Non solo, ma dopo oltre trent'anni di servizio in città, qualche poliziotto sarà anche costretto a lasciare il suo posto, per essere aggregato ad altri commissariati italiani, magari centinaia di chilometri di distanza, quando vi sono Questure ben più vicine, con personale che probabilmente gradirebbe destinazioni a poca distanza da casa. Non si può che concordare con il Siulp – insiste Pasini – quando sottolinea come sia auspicabile l'apertura del Posto di Polizia di Cesenatico in concomitanza con adeguata aggregazione di personale, per non distogliere forze nelle principali aree urbane, dove sarebbe impossibile garantire il controllo del territorio. Infine una critica severa al sindaco di Forlì per non aver tenuto in alcuna considerazione la proposta avanzata nei mesi scorsi in rapporto alla vigilanza nell'atrio del palazzo di Giustizia. In tutto il territorio nazionale, questo servizio viene svolto dalla vigilanza privata e non da carabinieri e polizia come avviene a Forlì, ma nonostante un mio preciso invito a prendere posizione il primo cittadino è rimasto latitante”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.