3 marzo 2012 - Forlì, Agenda, Cultura, Arte, Spettacoli

"Sincronie" ai Musei San Domenico con "Wildt e il suo tempo"

Ritorna l’appuntamento con Sincronie, la rassegna di incontri culturali ideata e organizzata dalla Cooperativa Tre Civette, giunta quest’anno alla sua settima edizione.
Sincronie, infatti, è nata insieme al primo grande evento espositivo di Forlì ai Musei Civici San Domenico dedicato ad uno dei nostri geni loci, Marco Palmezzano, ed ha correlato, anno dopo anno, tutte le grandi mostre successive, approfondendone a 360 gradi la coeva temperie culturale dell’artista protagonista della mostra dell’anno, da Palmezzano a Lega a Cagnacci a Canova a Melozzo, così come degli artisti protagonisti della mostra “Fiori. Natura e simbolo dal Seicento a Van Gogh”del 2010.

La rassegna di quest’anno, “ Wildt e il suo tempo”,  legata , appunto, alla mostra allestita ai Musei San Domenico, intende ricostruire ed approfondire il clima storico, sociale e culturale in cui l'artista si trovò a vivere e ad operare: un vero e proprio percorso  attraverso il “Secolo Breve".

Sempre nella suggestiva cornice della Sala del Refettorio dei Musei Civici San Domenico, si comincia domenica 4 marzo alle ore 16 con la lezione “Frammenti da una visione di adolfo Wildt” del Professor Marco Antonio Bazzocchi, Docente di Letteratura Italiana Contemporanea e Letteratura del Romanticismo alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Bologna e membro del Comitato Scientifico della mostra dedicata a Wildt.
L’intera opera dell'artista milanese protagonista assoluto dell'esposizione forlivese, può essere letta attraverso la presenza di particolari che la percorrono: l’apertura della bocca, le mani, il taglio della testa, le trecce dei capelli.
In questi particolari si concentra il significato della scultura del grande artista.
Possiamo leggere tutto ciò  accanto a pagine di autori contemporanei a Wildt: poeti, come Pascoli e D’Annunzio, Pirandello e Savinio, saggisti, filosofi (ad esempio George Simmel e Nietzche ndr.), e scoprire il percorso segreto che Wildt segna nella cultura italiana del Novecento.
L’incontro culturale di domenica servirà proprio a ricostruire, partendo dai frammenti, l’insieme della visione di un artista onirico e “anomalo” come Wildt.

Questo il calendario completo di tutto il ciclo di Sincronie 2012  “Wildt e il suo tempo”:

Domenica 4 marzo ore 16
“ Frammenti da una visione di Adolfo Wildt”
Conferenza di Marco Antonio Bazzocchi

Domenica 11 marzo ore 16
“Adolfo Wildt - La via del marmo”
Conferenza di Roberto Cresti

Domenica 18 marzo ore 16
“L’arte e gli eroi. Architetture per Fulceri Paolucci di Calboli”
Conferenza di Ulisse Tramonti

Domenica 25 marzo ore 16
“ Sogno d’Antico e voglia di nuovo”
Conferenza di Maria Chiara Mazzi

Per informazioni:
www.cooptrecivette.com

 

                                                                                         (Chiara Macherozzi)

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.