19 febbraio 2012 - Forlì, Cronaca, Politica, Società

Forza Nuova: "La CGIL incentiva ad evadere le tasse"

Secondo il partito di destra il sindacato consiglierebbe agli immigrati di non pagare la tassa di soggiorno

“La CGIL, attraverso la diramazione della circolare del 27/01 inviata a tutti i propri iscritti, consiglia agli immigrati di non pagare interamente la tassa di soggiorno, istruendoli pertanto ad evadere l'aumento previsto dal 30 di Gennaio”: questa è la grave accusa che Andrea Proli, esponente di Forza Nuova, muove in questi giorni già caotici per i sindacati a seguito dell’istituzione del presidio fisso davanti ai cancelli della Marcegaglia.

“La CGIL dimostra oggi più che mai di interessarsi soltanto degli immigrati, istigandoli peraltro ad evadere le tasse – commenta Proli -  Mentre gli Italiani fanno indicibili sacrifici per arrivare alla
fine del mese, imposti dall'Unione (Bancaria) Europea attraverso il cameriere di turno Mario Monti, la CGIL esorta gli immigrati a non pagare il permesso di soggiorno. Appare evidente che ai diritti degli italiani, dei lavoratori e dei precari la CGIL anteponga interessi probabilmente più lucrosi, legati al sindacalismo immigrazionista”.

Forza Nuova esorta dunque i lavoratori italiani a non “farsi ingannare” e invita provocatoriamente a stracciare le tessera sindacale. “Mentre conteranno le loro tante nuove tessere – conclude Proli  - altrettanti operai e lavoratori italiani disoccupati chiederanno la loro testa, la testa di chi li avrà per anni discriminati e penalizzati a favore di quelli che chiamano ‘fratelli immigrati’”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.