14 febbraio 2012 - Forlì, Cesena, Cronaca

'Enel Play Energy 2011', premiate oggi in Regione quattro scuole

Quattro scuole emiliano romagnole - delle province di Bologna, Modena, Forlì-Cesena e Ravenna - sono state premiate per il concorso Enel Play Energy’ edizione 2011, la competizione che l’azienda elettrica dedica da otto anni al mondo della scuola in Italia e nel mondo. La consegna dei premi si è svolta oggi a Bologna, presso l’Aula Magna della Regione, alla presenza dell’assessore regionale alle Attività produttive Gian Carlo Muzzarelli, mentre erano presenti per Enel Luciano Martelli, (relazioni esterne e territoriali area centro nord), Luigino Zuin (Customer service area nord est), Roberto Nisci (responsabile rete elettrica Emilia Romagna e Marche) e Piergiorgio Tonti (responsabile della Centrale Teodora di Porto Corsini a Ravenna). In Emilia Romagna hanno partecipato 450 istituti scolastici per un totale di 20 mila studenti e 850 kit distribuiti, i cui progetti sono stati giudicati, nei mesi scorsi, da una giuria composta da rappresentanti delle istituzioni, della scuola e dei media. 
I premi (stampanti a colori di alta qualità per ciascuna scuola) sono andati: per la categoria Fantastica alla scuola primaria di San Mauro Pascoli (Forlì-Cesena) con il progetto “Plastico del mondo energetico ideale”; per la categoria Creativa alla scuola secondaria di 1°grado Don Milani di Grizzana Morandi (Bologna) con il progetto “SuperQuark Energetico”; per la categoria Illuminata alla scuola secondaria di 2°grado I.I.S Cavazzi Sorbelli di Pavullo nel Frignano (Modena) con il progetto “Fonti energetiche: uno studio triennale”. Menzione speciale è stata assegnata alla scuola secondaria di 1°grado E. Mattei di Marina di Ravenna (Ra) con il progetto “Le energie del territorio di Ravenna”. 
«Educare, divertendo, le giovani generazioni al risparmio energetico, alla cura per l’ambiente e le sue risorse finite, ai benefici che la tecnica offre per migliorare la vita, sono obiettivi di straordinaria importanza. Obiettivi – ha sottolineato l’assessore regionale alle Attività produttive Gian Carlo Muzzarelli - che, i maniera diversificata, sostiene e promuove anche la Regione Emilia-Romagna. Oggi vi sono degli aspetti della vita quotidiana che sembrano banali e scontati, ma che rivelano la loro importanza soltanto quando ci vengono a mancare. Quindi è nostra responsabilità crescere ed educare, fin dall’età scolare, i futuri cittadini ad avere una approccio sostenibile con tutte le azioni che si compiono ogni giorno». 
Il Concorso ‘Play Energy’ punta sui temi dell’energia, della scienza, della tecnologia e dell’ambiente. Da 9 anni sono questi gli argomenti che il progetto ludico-educativo gratuito di Enel porta nelle classi di tutto il mondo. Con un obiettivo importantissimo per il futuro del nostro Pianeta: diffondere tra i giovani una cultura energetica responsabile, partendo dalla conoscenza delle fonti e degli impianti per arrivare alla distribuzione nelle nostre case e ai corretti comportamenti di utilizzo.
È un impegno che ogni anno si rinnova coinvolgendo migliaia di studenti di ogni grado scolastico con materiali on e off line e iniziative sul territorio. L’edizione 2011-2012 di PlayEnergy conferma la sua formula consolidata e propone interessanti novità per avvicinare sempre di più i bambini e i ragazzi, a scuola come a casa, ai temi dell’energia e della sostenibilità. In questa edizione si esplora le differenti realtà energetiche di Brasile, Cile, Costa Rica, Guatemala, Italia, Panama, Romania, Russia, Slovacchia e Stati Uniti

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.