8 febbraio 2012 - Forlì, Cronaca

L'emergenza neve non ferma la consegna pasti a domicilio

Al momento attuale sono circa 230 gli anziani che ricevono questo servizio quotidiano

Doppi turni, pernottamenti sul luogo di lavoro e impegno straordinario di tutti gli operatori. Pur tra le mille difficoltà dovute all'emergenza neve non si ferma la consegna dei pasti a domicilio garantita dalla cooperativa sociale CAD Onlus di Forlì per conto del Comune.

Al momento attuale sono circa 230 gli anziani che ricevono questo servizio quotidiano in tutto il territorio forlivese. La scorsa settimana in un paio di giornate è intervenuto un operatore della Protezione Civile che ha affiancato il personale di CAD, ma già da lunedì il lavoro è ripreso in modo regolare. Senza necessità di interventi esterni oltre il 90% dei pasti viene servito nelle mani dei cittadini che ricevono questo fondamentale ausilio. Uniche eccezioni, per le quali si sta cercando con urgenza una soluzione insieme ai tecnici comunali, sono una ventina di abitazioni in zone rurali che sono escluse dalla viabilità pubblica e dal servizio di spalatura e quindi risultano completamente impraticabili a causa degli accumuli di neve.

L'ondata di maltempo ha mobilitato in pieno tutti i soci della cooperativa. CAD fa parte del Consorzio Archimede, che gestisce la residenza per anziani Orsi Mangelli di Vecchiazzano dalle cui cucine partono i pasti per la consegna a domicilio. All'interno della struttura sono ospitate circa 150 persone, la maggior parte delle quali non autosufficienti.

Mercoledì e giovedì scorso 15 operatori di CAD hanno dormito nella struttura in modo da essere certi di riuscire a coprire tutti i turni del giorno successivo. «Tutti i soci e i lavoratori sono stati straordinari – dice la presidente di CAD Elena Grilli – e i turni dei servizi essenziali che svolgiamo hanno subito una riduzione minima rispetto al numero delle ore programmate dall'inizio delle precipitazioni».

I problemi principali ora riguardano lo smaltimento dei rifiuti, che rimane molto difficoltoso nonostante la collaborazione di Hera, e l'approvvigionamento del sale. «Gli autotreni non riescono ad arrivare dal Sud – spiega il direttore della Orsi Mangelli, Paolo Cicognani – e le scorte sono garantite solo fino a sabato. Ci stiamo comunque muovendo per trovare una soluzione in tempi rapidi».

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.