31 gennaio 2012 - Forlì, Cesena, Cronaca, Politica, Società

Caccia e nuovo calendario venatorio, duro Intervento di Luca Bartolini

”Io giovedì prossimo per impegni romani non riuscirò a partecipare alla prima delle  riunioni della commissione competente al nuovo calendario venatorio, riunione precedentemente fissata per lunedì scorso e rinviata all'ultimo istante. Mi spiace non esserci  ma, dalle anticipazioni lette sulla stampa,  so già per certo che non mi perderò nulla visto che andrà in onda un film che, come i cinepanettoni natalizi con , sarà identico a quello degli altri anni. Infatti, anche quest’anno si è aperto in Regione il dibattito sul nuovo calendario venatorio e per i cacciatori si profilano, rigorosamente come da copione oramai consolidato,  nuove restrizioni, che si vanno ad aggiungere a quelle degli scorsi anni. La giunta Errani continua a caratterizzarsi sempre di più come un esecutivo anti-caccia, d'altronde il presidente della Regione deve in un qualche modo rendere conto a quegli ambientalisti radicali che si è voluto portare sia nei propri uffici caccia della Regione nonché nella sua maggioranza tenendo così in vita alcuni zombie della politica”.
Le critiche del consigliere regionale del PdL, Luca Bartolini sono molto aspre e prendono le mosse dai provvedimenti che pare saranno messi in atto dall’amministrazione dell’Emilia Romgna. Si parla di riduzione dell’attività venatoria con la restrizione dei carnieri, il restringimento dei calendari, il divieto di utilizzare i pallini in piombo nelle zone umide. “Parte poi il confronto in particolare con alcune associazioni venatorie chiaramente controllate dalla sinistra  per consentire alle stesse,  dopo un mese di ‘finto lungo e lacerante dibattito’ di poter cantare vittoria facendogli dire  che, su dieci proposte di tagli, alla fine la giunta ne attuerà soltanto una o due, ma non le altre otto – dichiara Bartolini -  E con questo giochetto la giunta accontenta da una parte i compagni animalisti e dall'altra i compagni a cui piace sparare facendogli addirittura fargli cantare vittoria . E' tutto un teatrino per togliere ancora qualcosa ai cacciatori, con la faccia tosta poi di dire che poteva andare peggio”. Il consigliere del PdL denuncia in regione una burocrazia fuori controllo. “Nella discussione del nuovo calendario venatorio – conclude l’esponente del PdL -  bisognerebbe urgentemente affrontare il tema della semplificazione e non di nuove restrizioni alla caccia. Nelle altre Regioni questo accade, perchè in Emilia-Romagna no”?

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.