26 gennaio 2012 - Forlì, Agenda, Cronaca, Eventi, Società

Un Giorno della Memoria "lungo più di una settimana" a Forlì

Il Comune di Forlì celebra il “Giorno della Memoria” con un programma ricco di eventi che avrà come momento culminante la cerimonia di venerdì 27 gennaio, alle ore 11.00 con la deposizione di una corona d’alloro al monumento ai “Caduti nei Lager nazisti e in tutte le prigionie” al Parco della Resistenza, alla presenza del Sindaco Roberto Balzani e delle autorità cittadine. Renderà gli onori un picchetto militare del 66° Reggimento di Fanteria Aeromobile “Trieste”. La cerimonia rappresenta anche una tappa dell’escursione storica “I percorsi della memoria: camminata nei luoghi della Shoah a Forlì” che prenderà il via alle ore 10.00, dalla Rocca di Ravaldino in via della Rocca, angolo corso Diaz. Nel pomeriggio verrà proposto il film “Ogni cosa è illuminata” di Liev Schreiber organizzata dall’Università in collaborazione col Comune di Forlì e proiettato nei locali della Facoltà di Scienze Politiche “R. Ruffilli” in via Giacomo Della Torre.

L’appuntamento successivo è in programma martedì 31 gennaio, alle ore 21.00, nella Chiesa di Sant’Antonio Abate in Ravaldino (Corso Diaz 105) con la lettura dell’opera teatrale “L’Istruttoria” di Peter Weiss. L’iniziativa è curata dal Circolo Acli “Lamberto Valli” in collaborazione con il Centro Ecumenico Diocesano.

Quindi mercoledì 1 febbraio, alle ore 11.00, presso la Facoltà di Scienze Politiche (via Giacomo della Torre) avrà luogo l’incontro pubblico con la intervista-testimonianza di Lucio Pardo e Carolina Delburgo intitolata “Una famiglia tra la fuga delle persecuzioni nazi-fasciste e la fuga dall’Egitto al tempo della crisi di Suez”, con introduzione del professor Paolo Zurla.

Anche quest’anno, il Teatro “Diego Fabbri” ospiterà lo spettacolo, nelle serate di giovedì 2 e venerdì 3 febbraio, proposto dagli alunni della scuola secondaria di 1° grado “Via Ribolle” dal titolo “Quel giorno i bambini marciarono fieri” con regia Paola Sabbatani.

Il programma si concluderà con la giornata di mercoledì 8 febbraio. Alle ore 10.00, presso la Sala Nassirya della Provincia di Forlì-Cesena  inizierà il seminario di alti studi “La ritualizzazione della memoria e la rappresentazione del diniego” (da un’idea di N. Lewy e M. De Bernart). Moderatore dell’evento sarà David Nelken, docente dell’Università degli studi di Macerata, ed interverranno studiosi e diplomatici, oltre ai sindaci di Predappio Giorgio Frassineti e di Bertinoro Nevio Zaccarelli. Il seminario sarà accompagnato da musiche della memoria. Sempre all’interno della Sala Nassirya, alle ore 15.00 si potrà assistere al concerto “Voci dal silenzio”, diretto da Dan Rapoport che sarà eseguito dal “Quadrivium Ensemble” di Venezia. Infine, alle ore 17.00 di mercoledì 8 febbraio, i Musei “San Domenico” di Piazza Guido da Montefeltro ospiteranno l’incontro promosso dalla Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì con Anna Foa, autrice del libro “Diaspora. Storia degli ebrei nel Novecento”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.