25 gennaio 2012 - Forlì, Cesena, Cronaca

La Squadra Mobile sgomina una banda di "topi d'appartamento"

Inseguimento e arresto sulla via Emilia di due rapinatori residenti nel forlivese

Doppio arresto ieri in territorio cesenate ad opera della Squadra Mobile di Forlì, in operazione congiunta con il commissariato di Cesena. Dopo un inseguimento, il cui epilogo si è consumato nella rotonda di Diegaro, gli agenti hanno fatto scattare le manette ai polsi di due albanesi, uno di 24 e l’altro di 38 anni,  residenti sul territorio forlivese; un terzo uomo si è dileguato fuggendo tra le campagne cesenati dopo essersi buttato dall’auto ancora in corsa. Proprio su questo soggetto si stanno intensificando le indagini.
La banda è accusata di aver commesso tre furti in appartamento e le perquisizioni nell’auto e addosso agli arrestati hanno portato al recupero di una refurtiva dal valore approssimativo di 60 mila euro.
B.L ( 24 anni) e H.A (38 anni), queste le iniziali degli arrestati, risultano entrambi incensurati e regolarmente presenti sul suolo italiano. In particolare il più giovane dei due è residente a Forlì, dove vive con la famiglia da molto tempo, e svolge l’attività di cartongessista. Il 38enne invece è sbarcato in Italia poco più di un mese fa.
L’arresto è arrivato a seguito di una intensa indagine investigativa sulla banda che, secondo le ricostruzioni effettuate dagli agenti, potrebbe essere responsabile di altri furti commessi sia sul territorio forlivese, in particolare a Castrocaro e Forlimpopoli, sia su quello cesenate.
La cattura è stata resa possibile grazie alla segnalazione da parte di un cittadino che ha prontamente contattato le forze dell’ordine dopo aver visto un’auto sospetta aggirarsi a bassissima velocità intorno al quartiere residenziale di via Alessandro Bonci.
L’auto in questione, un’Audi A6 era già oggetto di appostamenti e pedinamenti da parte degli agenti della Mobile che di frequente vedevano il mezzo stazionare in viale Bolognesi a Forlì.
Le forze di Polizia sono così intervenute tempestivamente cogliendo in flagranza di reato la banda che ha cercato di darsi alla macchia.
Da qui è scaturito un inseguimento nel corso del quale i rapinatori hanno speronato anche le auto degli agenti, cercando di aprirsi un varco utile alla fuga, senza però poter sfuggire al blocco attuato all’altezza della rotatoria di Diegaro, sulla via Emilia.  
Messe le mani su due componenti della banda, mentre il terzo elemento è riuscito a far perdere le proprie tracce, sono scattate le perquisizioni sull’automobile e nelle abitazioni dei rapinatori. Le ricerche nei rispettivi domicili non hanno dato alcun esito agli uomini della Mobile, che tuttavia hanno recuperato sull’auto e addosso ai due, gioielli e monili per un valore di oltre 60 mila euro, probabili proventi di furti consumati poco prima nella zona di via Savio e via Volturno.
Buona parte della refurtiva, per un valore approssimativo di 50 mila euro, è già stata riconsegnata alla legittima proprietaria. Negli indumenti dei rapinatori sono stati trovati altri oggetti e 900 euro in contanti, frutto di probabili altri colpi (in una sola ora a Cesena si sono registrati 7 furti ndr.), ora in corso di accertamento.
I “topi d’appartamento”, dovranno rispondere di furto aggravato e continuato in abitazione, di resistenza a pubblico ufficiale, di ricettazione e di “porto di arnesi atti allo scasso”.Gli arrestati si trovano ora nel carcere di Forlì.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.