CNA e Confartigianato condannano il fermo degli autotrasportatori

“Le Associazioni di Categoria dell'Autotrasporto della provincia di Forlì che si riconoscono in UNATRAS (Fiap-Accap, Fita-CNA e CONFARTIGIANATO Trasporti) e che rappresentano la stragrande maggioranza delle imprese di autotrasporto del territorio, si dissociano dalle iniziative di protesta dei TIR in atto in alcune parti del paese tra cui anche alcuni presidi del nostro territorio”: questa la nota ufficiale diffusa da CNA e Confartigianato che critica e prende le distanze dal blocco dell’autotrasporto che in queste ore ha messo in difficoltà tutto il sistema della grande distribuzione, specie nella consegna dei prodotti deperibili.
 
“Nell'evidenziare che questa protesta – continua il comunicato congiunto - così come è stata organizzata da una minoranza della categoria non solo è inutile per le sorti del settore, ma addirittura dannosa, in quanto rischia di far perdere lavoro, mettere a rischio l'incolumità delle persone e procurare danni economici sia alle stesse imprese di autotrasporto ed all'economia del territorio”.
Pur essendo preoccupate per la situazione di criticità in cui versano numerose imprese a causa della crisi e dell'aumento dei costi di gasolio e d'esercizio, Confartigianato trasporti, Fita-CNA e Fiap-Accap non hanno aderito alle iniziative di protesta, in quanto il Fermo dei Servizi è stato sospeso a seguito degli impegni assunti in Parlamento dal Ministro Corrado Passera nei confronti della categoria.
 
“Pur comprendendo e rispettando le posizioni di chi protesta, che sono comunque una minoranza, è giusto comprendere anche le ragioni di chi intende lavorare e circolare liberamente” sostengono CNA e Confartigianato, “Proprio per questo ieri le Associazioni di categoria dell'Autotrasporto hanno incontrato il Prefetto per esporgli le problematiche della categoria e la gravità della situazione che si era venuta a creare, con numerosi autoveicoli costretti a non viaggiare e invitati a parcheggiare in prossimità degli svincoli autostradali e dell'autoporto di Cesena.
Si condanna dunque il fermo del trasporto e si esprime piena solidarietà, invece alle forze dell’ordine, entrate in azione a partire da questa mattina per sciogliere i blocchi come predisposto dal Ministro Anna Maria Cancellieri.
CNA e Confartigianato, “Esprimono pertanto apprezzamento per la pronta e ferma risposta del Prefetto Angelo Trovato, della Questura e delle forze dell'ordine, che hanno consentito stamane di ripristinare la legalità ed il diritto di circolare nei confronti di coloro che intendevano farlo, ma costretti a parcheggiare nel presidio di Pievesestina. Il blocco dei mezzi infatti è stato rimosso grazie all'intervento dell'Autorità senza che vi fossero incidenti. L'auspicio è che tutto torni alla normalità, che la ragionevolezza prevalga e che i provvedimenti del Governo inizino presto a produrre gli effetti sperati”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.