21 gennaio 2012 - Forlì, Cronaca, Politica, Società

Dopo i velox ecco le multe davanti alle scuole: il PdL dice "basta"

Dopo la questione autovelox, i consiglieri comunali PdL Fabrizio Ragni e Alessandro Spada si scagliano ancora una volta contro il Comune di Forlì, chiedendo che si faccia ricorso al buonsenso in tema di contravvenzioni.
“Il Comune di Forlì sta continuando con la sua scellerata politica di multe selvagge agli automobilisti per far cassa e rimpinguare così il disastrato bilancio economico dell’Amministrazione – spiegano i consiglieri - Sul fatto di esigere il rispetto delle regole del codice della strada siamo pienamente d’accordo, ma non è più tollerabile che s’imponga agli agenti della polizia municipale di non usare il buon senso e una certa dose di tolleranza in quelle situazioni che costringono gli automobilisti a commettere lievissime infrazioni”.
Riguardo a questo argomento i consiglieri citano il caso dei genitori degli alunni della scuola elementare “Dante Alighieri”. Gli agenti della Polizia Municipale, infatti, “tartasserebbero”, secondo quanto riportato dagli stessi consiglieri i genitori degli scolari in attesa all’uscita dai cancelli della scuola “nonostante l’impossibilità di trovare un parcheggio in quel tratto di Viale Italia o nelle vicinanze del plesso”, precisano i consiglieri Ragni e Spada. L’unica colpa di “questi forlivesi è voler prelevare i figli da scuola in sicurezza, pur lasciando l’auto solo per pochi minuti sono sempre vittime di un eccesso di zelo da parte della Municipale, che probabilmente avrà avuto indicazioni di fare più multe possibili”, rilanciano gli esponenti comunali del PdL che propongono così al Sindaco, Roberto Balzani, di riservare posti auto dedicati ai genitori ed evitare di “di proseguire con questa assurda volontà sanzionatoria”.
Ragni e Spada lamentano una reale volontà da parte dell’amministrazione di andare in questa direzione e nonostante i consiglieri si dimostrino concordi nella necessità di importate il giusto rispetto delle regole, chiedono, ritengono che proprio il Comune “dovrebbe anche interrogarsi sulle possibili motivazioni che talvolta costringono gli automobilisti a incappare in qualche piccola irregolarità e porvi quindi rimedio trovando le soluzioni adeguate alle esigenze della cittadinanza. Ma evidentemente Balzani ritiene più facile e utile per sé incrementare le entrate provenienti dalle multe piuttosto che affrontare i problemi esistenti e trovare risposte a beneficio dei cittadini” concludono gli esponenti pidiellini. 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.