23 dicembre 2011 - Forlì, Cesena, Agenda, Società

Il Coro Intercity Gospel Train Orchestra per aiutare a ricostruire Borghetto di Vara

Si terrà questa sera alle ore 21,00 nell’abbazia di San Mercuriale un concerto della Intercity Gospel Train Orchestra per raccoglier fondi in favore di Borghetto di Vara.

A seguito degli ingenti danni causati dall’alluvione del 25 ottobre scorso in Liguria e in alta Toscana, l’Associazione forlivese  ha pensato di devolvere il ricavato del proprio concerto in aiuto alla popolazione di ligure, pesantemente colpita dall’alluvione.

Il concerto, che si terrà stasera, vuole costituire un seguito all'aiuto così importante e prezioso che i Vigili del Fuoco di Forlì-Cesena hanno dato intervenendo immediatamente dopo la notizia della catastrofica alluvione.

La testimonianza dei pompieri intervenuti in terra ligure ha spinto l’associazione musicale a realizzare questo spettacolo, cercando di rispondere almeno in parte ai bisogni della comunità di Borghetto di Vara. Proprio i Vigili del Fuoco del nostro territorio sono intervenuti tempestivamente per portare aiuto alla popolazione ligure, affrontando mille difficoltà e dovendo far fronte ad immagini di devastazione e morte che difficilmente potranno lasciarsi alle spalle.

“Grazie all'amicizia con il Vigile permanente Stefano Santolini, siamo riusciti a stabilire un contatto con il parroco di Borghetto di Vara, Don Tommaso Fasoli  - spiegano dalla Intercity Gospel Train Orchestra – che con una toccante e-mail, ci ha elencato i bisogni più impellenti della sua comunità ed ha ringraziato caldamente il Coro Intercity per il gesto di solidarietà testimoniato dal concerto di Natale che sta organizzando, a cui il parroco dell’Abbazia di San Mercuriale, don Enrico Casadio,  ha aderito con immenso entusiasmo”.

 

 

BORGHETTO DI VARA

                       

Il 25 ottobre scorso la violenta perturbazione che ha colpito il levante ligure (bassa e media Val di Vara, Val di Magra e Cinque Terre) e la Lunigiamna (provincia di Massa Carrara) con esondazioni, danni, vittime e dispersi in diverse località del territorio ligure e toscano, ha letteralmente devastato il comune di Borghetto di Vara, dove l'esondazione del torrente Pogliaschina ha provocato la morte di 6 persone e molteplici danni alle abitazioni, alle attività commerciali, ai collegamenti stradali e agli impianti elettrici, idrici e gas valutati, secondo una prima stima del sindaco borghettino, di oltre 50 milioni di euro.

In pochi minuti nel comune ligure si è scatenato l’inferno: decine sono stati gli sfollati che abitavano il piccolo comune.

A distanza di quasi due mesi, Borghetto di Vara appare come un paese fantasma: la gran parte delle abitazioni è al buio, non c’è acqua corrente, i lampioni stradali non funzionano.

La situazione non è migliore negli altri comuni del Levante ligure.

Anche a Brugnato l’alluvione ha distrutto tutto ciò che ha incontrato sul proprio cammino.

Una casa è stata sventrata, e solo per miracolo i suoi quattro occupanti si sono salvati.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.