9 dicembre 2011 - Forlì, Cesena, Cronaca, Economia & Lavoro

Industria e sindacati al tavolo di discussione per parlare di crisi e territorio

Incontro straordinario di CGIL, CISL, UIL e Confindustria di Forlì Cesena.

All’ordine del giorno la grave economica del paese e le ricadute che questa situazione contingente può avere sul territorio.

Al tavolo hanno preso parte la presidenza e Direzione di Confindustria, Aurelio Cicognani,  Massimo Balzani ed Enzo Poggi e i Segretari territoriali di CGIL di Forlì e Cesena (Enzo Santolini e Lidia Capriotti), di CISL Antonio Amoroso e Filippo Pieri e di UIL (Luigi Foschi).

Si è dibattuto a lungo sul tema delle imprese e sulla straordinaria congiuntura economica, sull’occupazione  e sulle dinamiche delle relazioni tra sindacati e industriali.

Al termine dell’incontro è stato diramato un comunicato stampa congiunto i cui toni sono tutt’altro che rosei.

“Preso atto della straordinarietà della congiuntura economica che il territorio sta attraversando, in un contesto di forte mutamento delle condizioni di mercato interno ed esterno, di competitività e di marginalità delle imprese, nell’ambito del quale i tradizionali strumenti di gestione delle crisi perdono progressivamente di efficacia, le parti hanno ribadito la volontà di operare, ciascuno nella propria autonomia e nella considerazione dei rispettivi ruoli, per salvaguardare la continuità del sistema produttivo, della occupazione, e dei diritti di chi lavora condividendo la rilevanza del tessuto economico rappresentato dalle imprese manifatturiere nel territorio”.

 

I toni dunque sono freddi  e distaccati e all’apparenza, oltre alla condivisione delle difficoltà che si ripercuotono su tutti i livelli del lavoro, non sembra ci sia un’unità di intenti nell’affrontare il futuro.

 

A sciogliere un po’ il ghiaccio, la chiusura del comunicato congiunto, che recita: “Le parti, infine, richiamata la significativa tradizione di corrette relazioni che sono state negli anni un’importante fattore di coesione sociale per la comunità locale convengono sulla opportunità di avviare un costruttivo dialogo e confronto, nell’ambito del reciproco rispetto di ruoli e funzioni, anche alla luce delle linee di riferimento del recente Accordo Regionale, al fine di creare le condizioni per uno sviluppo economico produttivo e sociale del nostro territorio”.

 

Saranno quindi messi in campo altri momenti di confronto cercando di capire quali sono le specifiche esigenze del territorio forlivese cesenate allo scopo di concretizzare proposte e azioni che sostengano la crescita e la competitività del territorio e del suo sistema produttivo, con un occhio di riguardo anche ai livelli occupazionali.

 

Nel corso dell’incontro è stata sottolineata l’esigenza di “tutelare il valore intrinseco e la qualità del lavoro come presupposti di continuità del patrimonio di professionalità delle imprese, in un contesto in cui le figure imprenditoriali e le competenze del lavoro manuale e tecnico rappresentano la condizione indispensabile per lo sviluppo e opportunità di crescita per il futuro”.

 

Di azioni concrete ancora non si parla, si attende quindi alla finestra l’approvazione della Manovra Monti e lo sviluppo delle vicende economiche che stanno interessando tutta Europa.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.