30 novembre 2011 - Forlì, Sport

Hockey Forlì, ancora zero punti per la Libertas

Battuta 7-1 dai neo-promossi Lepis Piacenza nella quarta giornata del Campionato Nazionale di serie A2, la Libertas Hockey Forlì rimane ultima in classifica a zero punti ed è a un passo dall’accendersi del campanello di allarme. Una debacle ampiamente meritata dai romagnoli, che in 50 minuti di gioco effettivo non sono mai riusciti ad entrare in partita.

 

Ma se i forlivesi non dimenticheranno questo sabato non sarà certo per la sconfitta incassata, quanto piuttosto per l’evento “Hockey Forlì For Ricky”, cerimonia in memoria del compagno Riccardo Rossi, che ha preceduto la partita. In presenza dei familiari e degli amici, di tutti i dirigenti, atleti e tifosi della Libertas Hockey, “Ricky” è stato ricordato e il suo numero “69” ritirato, così che più nessuno possa indossarlo tra i tesserati del sodalizio, a testimonianza del segno che ha lasciato in questa società.

 

La partecipazione all’evento è stata massima, elevatissima la commozione da parte di tutti i presenti e al termine di questo momento, inevitabilmente, non è stato facile per gli atleti liberare la mente e scendere in pista ad affrontare gli avversari. A questo aggiungasi la cronica situazione di emergenza del roster forlivese, che in settimana aveva perso per infortunio il portiere Silvia Grottanelli e nell’allenamento di rifinitura del venerdì aveva visto infortunarsi all’occhio il difensore Fabio Ricci (comunque schierato in pista). Non solo, perché coach Domenico Comai non ha potuto nemmeno disporre dell’altro portiere titolare Luca Regno, fermato dall’ufficiale di gara poco prima del fischio di inizio per un’irregolarità nei documenti.

 

A difendere i pali della Libertas Hockey veniva allora chiamato l’Under 20 Livio Morri, che l’allenatore aveva convocato come riserva e che mai si sarebbe aspettato di esordire da titolare. Anche il previsto debutto stagionale del fino ad ora indisponibile difensore Andrea Bandini sfumava per un irregolarità nella documentazione presentata all’arbitro.

 

Così tra emozione, sfortuna e pecche organizzative, i romagnoli si presentavano in pista consapevoli che anche quella che avrebbe dovuto essere una sfida ampiamente alla loro portata si sarebbe rivelata una partita tutta in salita. E infatti i forlivesi non riuscivano assolutamente ad imporre il proprio gioco, anzi subivano a più riprese quello piacentino, con i Lepis che chiudevano la prima frazione di gioco sul 0-4.

 

In avvio di ripresa la timida reazione della Libertas Hockey si concretizzava nella prima rete tra i senior del giovane Filippo Fuschini (1-4), che però non riusciva a lanciare la rimonta forlivese. Piacenza ne approfittava e prima della sirena finale puniva altre tre volte i padroni di casa, fissando lo scorer sul definitivo 1-7.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.