29 novembre 2011 - Forlì, Cesena, Cultura, Politica, Società

L’istruzione che cambia, le posizioni di Baravelli e Merloni

“Per il completamento dell’attivazione degli istituti comprensivi abbiamo deciso di prenderci il primo anno del piano triennale per verificare tutte le complesse condizioni per formare gli istituti più funzionali – spiega Bruna Baravelli, assessore provinciale all’Istruzione - Per le scuole superiori, invece, la Provincia propone un riordino, specialmente nel Cesenate. Il trend degli ultimi anni ha messo in evidenza un calo delle iscrizioni nei Professionali ed un aumento nei Licei. I professionali sono stati suddivisi in due settori, come vuole la riforma: industria e artigianato sotto il Comandini e i servizi sotto un unico istituto formato tra Macrelli e il Versari, con pari dignità. In questo modo sistemiamo anche delle aule: la presidenza e la segreteria va nella sede del Macrelli, così che il Versari ritorna tutto nella sua sede centrale. Nei Licei si è formata un’anomalia, che definisco felice, di essersi formati due licei linguistici: la riforma Gelmini ha stabilito la formazione di nuovi licei, tra cui il linguistico, e a Cesena ci sono i numeri per formare il nuovo istituto, fermo restando che vanno ad esaurimento le sezioni già presenti ai licei scientifico e classico. Anche le materie sono le stesse. Questa è una grossa opportunità, l’anomalia è da tempo che c’è ed esiste una legge che va applicata in questo caso".

 

"Stiamo andando incontro alle esigenze reali degli studenti, mettendole davanti agli interessi di bottega”. Ha proseguito l’assessore al Lavoro e alla formazione Denis Merloni: “Sottolineo che siamo chiamati a gestire una normativa sia nazionale che regionale che impone nuovi ordinamenti nella scuola.

 

La legge ci impone di offrire ai cittadini un sistema integrato, all’interno del quale il compito della Provincia è di programmare. Programmare è fare delle scelte e non fare la somma dei desideri. Abbiamo scelto assieme ai protagonisti della scuola”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.