24 novembre 2011 - Forlì, Cronaca, Politica, Società

"La sicurezza che manca", il PdL interroga la Provincia

Il PdL di Forlì Cesena promette battaglia in consiglio con la presentazione di una Interrogazione urgente a firma di Stefano Gagliardi e Valerio Roccalbegni

Il tema preso in causa è l’emergenza sicurezza.

 

I consiglieri fanno riferimento alla richiesta di maggiore sicurezza da parte dei cittadini, in relazione ai numerosi e più frequenti “casi criminosi che interessano la città” e alle dichiarazioni che la segreteria del SIULP, Sindacato Italiano Unitario Lavoratori Polizia, ha rilasciato in merito alla “scarsa attenzione del Ministero degli interni per il nostro territorio, tanto che non solo nessuno dei 1124 agenti già trasferiti verrà a Forlì, ma neppure dei 540 nuovi agenti che verranno dislocati a breve sul territorio nazionale”.

 

Da queste premesse parte la richiesta di spiegazioni al Presidente Bulbi, per sapere “se è già intervenuto presso gli organi competenti locali e nazionali per sostenere la richiesta di maggior attenzione verso la nostra provincia da parte del Ministero e se all'interno del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica, organo consultivo del quale fanno parte il Questore, il Comandante Provinciale dei Carabinieri ed il Comandante il Gruppo Guardia di Finanza, oltre a rappresentanze diverse , quali il Sindaco di Forlì ed il Presidente della Provincia, è stato affrontato il tema di come riuscire, in questo momento di grave emergenza, a far operare al meglio e congiuntamente ed ognuno per le proprie ovvie competenze, tutte le forze di pubblica sicurezza che operano sul territorio provinciale”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.