22 novembre 2011 - Forlì, Cronaca

32 furti in 15 giorni, la Squadra Mobile incastra un ladro specializzato in razzie di aziende e case

Ancora guai per A.P. l’uomo arrestato il 9 agosto 2010 in quel di Ravenna per aver tentato di darsi alla fuga a bordo di  una fiat panda appena rubata.

L’uomo, detenuto nella casa circondariale di Parma, è stato raggiunto questa mattina da un nuovo provvedimento di custodia cautelare emessa dal PM Marilù Gattelli, aggravando ulteriormente la sua situazione. Con un’indagine che è durata davvero molto tempo e che ha coinvolto anche la Polizia Municipale forlivese, la Squadra Mobile di Forlì ha messo le mani su un camper, un furgone e un’altra auto rubata, tre mezzi riconducibili allo stesso 46enne originario di Reggio Calabria. I tre mezzi erano utilizzati come magazzini di merce rubata, e tutta la mercanzia parrebbe essere frutto di ben 32 furti messi in atto in aziende, case e garage del territorio forlivese e faentino.

Nella refurtiva, capi d’abbigliamento, computer portatili, cellulari, documenti, certificati di proprietà una targa di un’automobile, un estintore, un martello pneumatico, immagini sacre e tanto altro ancora.

L’automobile in particolare, una Mazda, è stata trovata in via Boito, a Forlì, nei pressi dell’abitazione della convivente del 46enne. Questo ha spinto la Squadra Mobile a indagare più a fondo portando gli agenti a perquisire la casa della donna e a recuperare altra refurtiva e le chiavi del camper e del furgone.

Soddisfatto il dirigente della Mobile di Forlì, Claudio Cagnini, visto che nella perquisizione sono stati recuperati inoltre un passamontagna e una pistola giocattolo, replica assai fedele al modello originale, ritrovamento che farebbe pensare che il calabrese stesse pensando ad un “salto di qualità” ad attività più redditizie.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.