19 novembre 2011 - Forlì, Cultura

Il Flute Quartet di Forlì alla riscoperta di Kuhlau e Reicha

Conosciuto soprattutto come interprete di Beethoven, Kuhlau merita di essere portato alla conoscenza del pubblico forlivese anche per un secondo motivo, cioè per il fatto di essere stato consigliere del Teatro di Corte di Copenaghen tra il 1820 e il 1830 insieme a Giuseppe Siboni, il grande tenore forlivese che del Teatro di Corte fu anche direttore del coro e direttore principale, oltre ad aver fondato nel 1825, sempre a Copenhagen, nel 1825, il Conservatorio Reale.

Il compositore praghese Anton Reicha è, invece, conosciuto, oltre che come compositore di musica da camera soprattutto per fiati, per essere stato allievo di Antonio Salieri e insegnante di Armonia e Contrappunto di Franz Liszt ed Hector Berlioz.

Ad interpretare le loro composizioni sarà il quartetto di flauti composto da Alessandro Spazzoli, Elisa Venturini, Lidia Pitarresi e Nicoletta Sarti.

 

ALESSANDRO SPAZZOLI ha studiato composizione con Leonardo Lollini, Claudio Josè Boncompagni e Gilberto Cappelli diplomandosi con il massimo dei voti e lode presso il Conservatorio di Cesena. È stato più volte ospite del festival "Metamorfosi del contemporaneo" di Cesena, dove sue composizioni sono state dirette da Alberto Caprioli e Francesco La Licata. Si è inoltre diplomato in flauto al Conservatorio di Bologna, perfezionandosi con Angelo Faja e Mario Ancillotti alla Scuola di Musica di Fiesole e con Severino Gazzelloni alla Accedemia Chigiana di Siena. Ha vinto premi in diversi concorsi flautistici nazionali ed internazionali ed è stato membro dell'Orchestra Giovanile Italiana. Alcune sue composizioni sono parte stabile del repertorio di numerosi gruppi cameristici; i suoi pezzi per chitarra sono regolarmente eseguiti dal loro dedicatario, Piero Bonaguri.

 

ELISA VENTURINI si è diplomata a 17 anni al Conservatorio Statale di musica "B. Maderna" di Cesena. Ha proseguito lo studio del Flauto con i Maestri: Massimo Mercelli, Giuseppe Nova, Enzo Caroli e Pier Narciso Masi (per la Musica da Camera con pianoforte), ha frequentato inoltre vari corsi di Alto Perfezionamento con i Maestri Francesco La Licata, Onorio Zaralli e Michele Marasco e i Corsi di Formazione Orchestrale a Ripatransone (AP). Ha suonato e suona in diverse formazioni da camera e in orchestra, ha realizzato  incisioni  delle   operette  "Cin Ci là", "L' acquacheta" , "Al cavallino bianco" e “Addio giovinezza”  per la compagnia di operetta di Corrado Abbati. E’ docente presso la Scuola “Messaggio Musicale Federico Mariotti”.

 

NICOLETTA SARTI ha intrapreso lo studio del Flauto presso l'associazione musicale "Il Diapason" di Forlimpopoli sotto la guida di Monica Gatta, proseguendo gli studi presso l’Istituto Musicale "A. Masini" di Forlì sotto la guida di Alessandro Spazzoli. Diplomatasi nel 2007 presso il Conservatorio di Cesena, quest’anno ha conseguito il diploma di II livello con Alessandro Emiliani ottenendo il massimo dei voti e la lode. Ha collaborato in Conservatorio in qualità di primo flauto in diverse produzioni. E' docente di Flauto presso varie scuole di musica della provincia di Forlì.

LIDIA PITARRESI ha iniziato lo studio del flauto presso l’Istituto Musicale “A.Masini” di Forlì diplomandosi nel 2006 presso l'Istituto Musicale Pareggiato “G.Verdi” di Ravenna e conseguendo il Premio Rotary a Ravenna come migliore diplomata nell'anno 2005-2006. Nell'anno 2006-2007 ha svolto attività di tirocinio con il prof. Alessandro Spazzoli presso il “Masini” di Forlì. Ha partecipato a diverse master classes sulla prassi esecutiva nel Novecento (Vanni Montanari) e sul significato dell'ornamentazione nella prassi esecutiva barocca (Albino Mattei e Claudia Pilla). Ha partecipato al “Ravenna Festival” 2006 con l’orchestra del Conservatorio di Ravenna.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.