18 novembre 2011 - Forlì, Cronaca, Economia & Lavoro, Società

Rinnovato il protocollo di collaborazione per il reinserimento lavorativo dei detenuti

 

Per l’attuazione di questo progetto di recupero sono diverse le partnership in campo: Provincia Forlì-Cesena, Comune di Forlì, Direzione Casa Circondariale, Direzione Ufficio Esecuzione Penale Esterna, Ufficio Scolastico Provinciale di Forlì-Cesena, Direzione Provinciale del Lavoro, Ausl di Forlì e di Cesena, Consigliera di Parità, Techne Scpa Forlì-Cesena, Hera S.p.A., Consorzio RAEE Ecolight, Centro Servizi RAEE, coop Sociale Gulliver, CCLG Spa, Cna Forlì-Cesena, Legacoop Forlì-Cesena e Confcooperative Forlì-Cesena.

“Si tratta di percorsi di inserimento lavorativo sociale per il miglioramento della qualità di vita dei carcerati – spiega l’assessore al Welfare del Comune di Forlì Davide Drei – Sono azioni volte a creare collocamento e attività lavorative per quanti si trovano a fine pena che prepara i detenuti a recuperare la loro autonomia”.

L’obiettivo è di dare avvio alla realizzazione del laboratorio di trattamento RAEE (rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche) domestici e professionali non pericolosi con impiego di carcerati. La lavorazione del rifiuto elettrico/elettronico consiste nello “smontaggio” del rifiuto, registrazione dei rifiuti in entrata, stoccaggio, imballaggio, separazione dei materiali smontati. La gestione del laboratorio sarà in carico alla cooperativa Gulliver.

Nel progetto sono stati inseriti 3 detenuti a cui si aggiungono anche altri 11 dipendenti che rientrano nelle cosiddette “fasce deboli”.

“Abbiamo bisogno di fornire servizi di qualità – conferma il vice presidente della Provincia di forlì Cesena, Guglielmo Russo - per sviluppare l’inclusione sociale. In questo progetto è vero, non ci sono grandi numeri, ma ci troviamo di fronte ad una risposta di grande qualità”.

A questi progetti si aggiungono anche i laboratori realizzati direttamente nella casa circondariale forlivese, dove, oltre alla possibilità di studiare, i detenuti possono essere inseriti in percorsi di formazione e in vere e proprie equipe di lavoro, regolarmente retribuite.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.