14 novembre 2011 - Forlì, Cronaca, Società

Rivoluzione "ciclopedonale" a Forlì

Il Sistema ciclabile della città sarà rinnovato con l’implementazione di nuovi accessi al centro e potenziando le attività di bike sharing

“Si concretizzano i disegni dell’amministrazione sul progetto ciclopedonale di Forlì – spiega il Sindaco di Forlì Roberto Balzani – Il lavoro non si limita a Corso Garibaldi ma ha un impatto complessivo sul centro storico allo scopo di garantire maggiore sicurezza”

L’intervento di ri – progettazione della “ciclabitlità” urbana, interesserà una parte della ZTL  euna parte di Area Pedonale.

Il progetto sarà presentato alle circoscrizioni e ai quartieri prima di essere definitivamente vagliato e approvato dal consiglio. In questo iter saranno raccolte osservazioni e considerazioni che possano migliorare quanto pensato dai tecnici del Comune.

 

Entriamo nel dettaglio del progetto

 

Sono 14 i punti di ingresso al Centro individuati dall’amministrazione comunale e su questi verranno realizzati interventi specifici per permettere il traffico dei velocipedi in sicurezza, predisponendo piste ciclabili, realizzandole completamente o solo in parte a seconda della pericolosità dei tratti.

 

Se Corso della Repubblica è una delle vie d’accesso già dotata di pista ciclabile (in uscita) ad esempio, lo stesso non si può dire di via Regnoli, strada di deflusso del traffico che si allontana da Piazza Saffi e che non potrà più essere percorsa contromano dai velocipedi. E’ prevista infatti la predisposizione di un attraversamento ciclopedonale che garantirà la sicurezza dei passanti, indirizzando il traffico di biciclette in via Oberdan e Corso della Repubblica

 

Altro percorso che sarà garantito al transito delle biciclette sarà quello che da via G. della Torre conduce a Piazza Solieri (dove c’è la sede del nuovo Campus universitario), e via Mercuriali, permettendo così ai cittadini e agli studenti di raggiungere il centro storico.

 

Via dei Mille sarà poi interessata dall’allestimento di un nuovo tratto di pista ciclabile compreso tra via Paradiso e via Fossato Vecchio, intersezioni che sono spesso scenario di incidenti più o meno gravi che coinvolgono nella maggioranza dei casi pedoni e velocipedi.

 

“Dal centro all’esterno” sarà realizzata una via preferenziale per le due ruote a pedali che da via Dei Gerolimini a via Moscatelli fino a  viale Vittorio Veneto porterà, mentre Via Matteucci e via Achille Cantoni permetteranno ai ciclisti di raggiungere il cuore della città.

Via Piero Maroncelli sarà attrezzata poi per permettere il raggiungimento del centro storico.

 

“Dobbiamo fare fronte ad una situazione che ha visto negli ultimi 40 anni un aumento delle automobili e dei mezzi di trasporto cui non ha fatto da contraltare un aumento delle strade”, precisa Balzani, “Questo progetto contiene elementi qualificanti nei confronti dei cittadini”

 

Alle nuove ciclabili si affianca un altro progetto “in linea” con le politiche green che il Comune di Forlì sta mettendo in campo: il bike sharing.

 

Sono state individuate sette postazioni (esattamente : Stazione FS, Corso Mazzini, viale Vittorio Veneto, piazzale della Vittoria, San Domenico, Parcheggio dell’Argine, Porta Schiavonia)

dove sarà possibile  noleggiare una delle 76 biciclette normali o delle 30 elettriche messe a disposizione dall’Amministrazione comunale nell’ambito di  un progetto di trasporto pubblico integrato con i bus. Se per le opere di riassetto della viabilità ciclopedonale del centro saranno finanziati dall’amministrazione 140 mila euro, per quella dal bike sharing e del servizio di trasporto integrato ne saranno spesi 350 mila (già finanziati dal Governo).

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.