12 novembre 2011 - Forlì, Agenda, Cronaca, Eventi

Gioventù, su il sipario, ricomincia "Palinsesti"!

 Come bene ha spiegato la Presidente Bollettieri Bosinelli, il Centro Diego Fabbri è un’ Associazione cui fanno parte l’Università di Bologna, la Provincia di Forlì-Cesena, il Comune di Forlì, i rappresentanti della Famiglia Fabbri e l’Associazione “Incontri Internazionali Diego Fabbri”. La sua mission è quella di mantenere vivi la lezione e l’impegno di Diego Fabbri sui temi e le questioni vitali del Teatro italiano, coinvolgendo studiosi, ricercatori, giovani in una continua riflessione sul passato e sul futuro del linguaggio e del mestiere del Teatro e dello spettacolo in genere. E proprio nell’opera e nell’idea di Diego Fabbri trova le sue radici “Palinsesti”: caleidoscopico progetto interdisciplinare avente come base lo studio e l’approfondimento della drammaturgia più significativa del XX secolo e per obiettivo il confronto fra autori, testi, opere e discipline culturali nella sede d’elezione che è appunto il teatro della città. “Il programma di quest’anno è all’insegna del sempre più vasto coinvolgimento del mondo della scuola, a sottolineare il ruolo del teatro nello sviluppo spirituale e culturale dell’individuo. La cultura non è qualcosa di facoltativo e di accessorio,  ma è e deve essere la base imprescindibile per il destino di ogni comunità” evidenzia così il Prof. Ettore Casadei della Fondazione.
Per celebrare il centenario della nascita di Diego Fabbri,  quest’anno il sipario si apre con un’ Edizione speciale del  Premio di Scrittura teatrale a lui intitolato. Tra tutti i testi pervenuti in questa particolare occasione, una Giuria Tecnica ha selezionato i tre testi finalisti,che, rispettivamente, nelle tre distinte serate di  martedì 15, mercoledì 16 e giovedì 17 novembre, verranno presentati in forma di lettura drammatizzata e quindi sottoposti al giudizio di un’ampia Giuria Popolare. L’appuntamento dunque è al Teatro Diego Fabbri, lunedì 15 novembre a partire dalle ore 20,30 col Ricordo di Diego Fabbri e la presentazione delle letture finaliste. Cui farà seguito, a partire dalle 21, la lettura di un testo finalista. Sempre alle 21 nelle due successive serate  saranno letti i restanti due testi finalisti, uno per serata. Per ovvi motivi, non sarà reso noto quale testo sarà presentato in ciascuna delle tre serate. Infine, sabato 19 novembre, a partire dalle ore 17,45 , il Salone Comunale farà da teatro alla proclamazione del testo vincitore e, di seguito, alla Conversazione su Diego Fabbri. Per partecipare alla Giuria Popolare occorre telefonare allo 0543/712819 oppure inviare richiesta a info@centrodiegofabbri.it entro lunedì 14 novembre.
Caratteristica innovativa di Palinsesti è l’introduzione delle tecniche di audio-descrizione (per gli spettatori non vedenti e ipovedenti) e delle tecniche di sopratitolazione dello spettacolo (per i non udenti),  che avrà luogo domenica pomeriggio 13 novembre in occasione della messa in scena dell’opera “Le bugie con le gambe lunghe” , presso il teatro Diego Fabbri, come rimarca Paolo De Lorenzi, Direttore del Centro Diego Fabbri.
All’interno di Palinsesti va ricordata la prima edizione della Scuola dello Spettatore: Incontri in-formativi sugli spettacoli della stagione comunale di prosa, il lunedì precedente il debutto di ogni opera teatrale, lungo tutto l’ arco dell’intera stagione, presso il Ridotto del Teatro Diego Fabbri, alle ore 17.30. Lo scorso lunedì 7 novembre, appunto in corrispondenza dell’ inizio della stagione, il Prof.Rambelli ha tenuto  la prima “lezione”, guadagnando un riscontro già positivo.
A fine novembre, anticipando l’inizio della stagione della danza, sarà quindi la volta di Passo a due: Incontri sulla stagione di danza: il primo appuntamento da annotarsi è mercoledì 30 novembre, presso il Ridotto del Teatro Diego Fabbri, alle ore 17,45.
Tra valzer e musical: Appuntamento con l’Operetta farà da ouverture alla stagione operettistica, a partire da gennaio 2012.
Uno spettacolo continuo e variegato fino alla tarda primavera 2012 , con un programma ricchissimo di conversazioni, approfondimenti, letture-concerto assolutamente interdisciplinari: dai classici greci e latini alle sperimentazioni contemporanee passando per Shakespeare, ai laboratori didattici, toccando le latitudini europee, le suggestioni della lettura, la Canzone d’Autore Italiana.
Senza dimenticare le Conversazioni sulle mostre in San Domenico, collaterali alla mostra-evento 2012 della Fondazione ”Adolfo Wildt. L’anima e la forma tra Michelangelo e Klimt”, per chiudere in bellezza e a regola d’arte il cerchio del Novecento, secolo di cui il nostro concittadino Diego Fabbri è  protagonista culturale a tutto tondo.  

 

(Chiara Macherozzi)

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.