11 novembre 2011 - Forlì, Cultura

"Quattro giorni di assoluto silenzio"

La rappresentazione è un monologo in cui si fa, in modo originale, anticonformista ed efficace, educazione stradale, o meglio, educazione alla vita, con linguaggio immediato e narrazione avvincente. Vengono descritte le vite, straordinariamente normali, di quattro giovani: gli innamoramenti, la passione per lo sport, le difficoltà scolastiche.

Il racconto è vivace, anche divertente, realistico, tanto che par di vederli questi ragazzi, son quelli che incontriamo tutti i giorni, magari seduti davanti al bar o seduti sull'unica panchina del paese a parlare per ore di chissà chi e di chissà che cosa, li vedi e poi, all'improvviso il nulla, il vuoto: quello che c'era non c'è più, sacrificato sull'altare del dio-automobile.

L'intento è di emozionare, ma anche di far riflettere: non vuole essere solo un pugno nello stomaco, ma pretende di innescare una riflessione prima ed un comportamento adeguato poi, nella speranza di recuperare l'essenza della vita e la consapevolezza dell'esistenza di una scala dei valori.

Allo spettacolo saranno presenti  studenti delle scuole secondarie di secondo grado del territorio provinciale accompagnati dai loro insegnanti e numerose autorità civili, militari e religiose.

L’inizio  della rappresentazione sarà preceduto da un breve saluto da parte del Presidente della Provincia Massimo Bulbi e del direttore dell’Ufficio scolastico provinciale Raffaella Alessandrini.

L'opera andrà in scena al Teatro Diego fabbri di Forlì, martedì 15 novembre alle ore 10.30

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.