10 novembre 2011 - Forlì, Cesena

Mappa del volontariato, in provincia ben 318 associazioni attive

Si occupano di assistenza sociale o di sanità, di protezione civile o di ambiente, di cultura o istruzione, di diritti, filantropia oppure di sport. Sono al fianco quotidianamente dei bambini e degli anziani, delle persone disabili e di quelle ai margini. E lo fanno del tutto gratuitamente, in base alla propria disponibilità di tempo, capacità o inclinazione, dando un senso attraverso il loro impegno ai concetti di solidarietà, partecipazione e bene comune, inscritti nel Dna dell’Emilia-Romagna.

Sono i 107.016 volontari attivi sul territorio regionale, un esercito di cittadini di ogni età e provenienza sociale che opera nelle 2919 associazioni emiliano-romagnole iscritte ai registri provinciali. Ecco come queste associazioni sono distribuite nelle nove province: 606 a Bologna, 406 a Parma, 370 a Modena, 318 a Forlì-Cesena, 273 a Reggio Emilia, 272 a Ravenna, 249 a Ferrara, 230 a Piacenza, 195 a Rimini.

La maggior parte (1154) operano nell’ambito dell’assistenza sociale e in quello della sanità (925). Seguono quelle che si occupano di ambiente, in particolare della promozione e valorizzazione dei beni ambientali (250), e quelle impegnate nella protezione civile (246). Diverse le associazioni operanti nella tutela dei diritti (182), quelle presenti nell’ambito della cultura, che mirano alla promozione e valorizzazione dei beni culturali (84) e le realtà specializzate nel settore dell’istruzione e della ricerca (64). Un numero minore si occupa di filantropia in generale o di promozione del volontariato e altre mirano alla promozione dello sport finalizzato a obiettivi di solidarietà e integrazione.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.