8 novembre 2011 - Forlì, Sport

L'Hockey Forlì cade a Torino

Dopo aver rispettato il minuto di silenzio in memoria delle vittime dell’alluvione di Genova, la partita iniziava con i romagnoli intenti a prendere dimestichezza su una pista di dimensioni ridotte rispetto a quella forlivese e i piemontesi che, decisamente a loro agio tra le mura di casa, sfruttavano la situazione aprendo le marcature al quarto minuto (1-0).

 

Immediatamente dopo l’arbitro concedeva alla Libertas Hockey una situazione di superiorità numerica (powerplay), che però i romagnoli non riuscivano a concretizzare, anzi a loro volta si facevano cogliere in fallo e nella conseguente situazione di inferiorità numerica (penalty killing) subivano la rete del raddoppio dei Draghi (2-0). Senza scomporsi i forlivesi intensificavano le incursioni davanti alla porta avversaria, peccando però di precisione nei tiri, che non inquadravano la porta o centravano l’estremo difensore.

 

A cinque minuti dalla fine della prima frazione di gioco, una penalità fischiata ai romagnoli apriva le porte alla terza rete dei padroni di casa e nonostante il periodo si chiudesse con il Forlì nuovamente in superiorità numerica, il punteggio parziale rimaneva fisso sul 3-0. Coach Domenico Comai approfittava dell’intervallo per esortare i suoi ad avere fiducia nei propri mezzi e ad insistere con il gioco di squadra senza farsi prendere dalla frenesia della rimonta.

 

In un avvio di ripresa caratterizzato da continui ribaltamenti di fronte, la Libertas Hockey godeva di altri due powerplay, ma ancora una volta non riusciva a far valere la propria superiorità numerica e così alla lunga erano nuovamente i Draghi a trovare la via del goal (4-0). I forlivesi non mollavano e i loro sforzi offensivi portavano alla rete di Eugenio Ragazzi, scaltro a spingere il disco in rete quando tutti si erano fermati pensando che il portiere lo avesse bloccato (4-1). Il goal infondeva nuova linfa alle giocate dei romagnoli, che finalmente riuscivano a sfruttare una situazione di superiorità numerica, accorciando ulteriormente le distanze con Fabio Ricci (4-2), il cui tiro al volo da posizione defilata non lasciava scampo al portiere avversario.

 

Il Torino accusava il colpo, sprecava un powerplay poi ne concedeva uno ai romagnoli: Antonio Vestrucci, subentrato a Michele Rossi nel ruolo di capitano della Libertas Hockey Forlì, siglava la terza rete romagnola con un tiro dalla distanza (4-3) a soli 49 secondi dalla sirena finale. Negli ultimi istanti di gioco coach Comai tentava il tutto per tutto facendo uscire il portiere e schierando un quinto uomo di movimento, ma il disco finiva nelle mani dei Draghi che lo insaccavano nella porta vuota (5-3).

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.