27 ottobre 2011 - Forlì, Cronaca, Politica, Società

Via libera al finanziamento delle politiche Giovanili

Quattro le aree “prioritarie” cui saranno destinatarie il 59,98% di questa somma (1.860.949,72 euro statali e 552.000 di risorse regionali): la prima area riguarda la realizzazione di un sistema informativo integrato per i giovani (485.949,72 euro), con specifiche informazioni su accesso alla casa e al lavoro; la seconda, l’aggiornamento e la formazione per l’avvicinamento dei giovani ad arti e mestieri della tradizione culturale e locale (100.000 euro); la terza, la valorizzazione della creatività e dei talenti giovanili (869.000 euro); la quarta, la promozione della cultura della legalità (958.000 euro).

Attraverso l'associazione Gaer (Giovani Artisti Emilia Romagna), presieduta dell'Assessore Valentina Ravaioli, il Comune di Forlì si pone come capo fila di questo progetto che si pone come obiettivo quello di offrire occasioni di visibilità, mobilità e inserimento in ambito professionale a giovani artisti della regione, sostenendo percorsi innovativi e di ricerca sul fronte dell'industria creativa. Altro settore in cui verranno investiti fondi sul territorio forlivese  è l’educazione alla legalità. L’amministrazione di Forlì attraverso la realizzazione dell'iniziativa “Coltiviamo la Legalità”, ha battuto questo filone facendo affidamento anche sull’Università realizzando progetti concreti tra cui “l'Osservatorio sulle mafie”. Il progetto a livello regionale coinvolge più di 1.400 spazi di aggregazione, frequentati ogni giorno mediamente dai 15 ai 30 ragazzi, che vanno dagli oratori ai centri sociali, e che operano sulla base di convenzioni con gli Enti locali.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.