26 ottobre 2011 - Forlì, Agenda, Cultura, Eventi

Marco Bini e la "Conoscenza del vento"

La prima raccolta di Marco Bini reca in esergo un emistichio di Roberto Roversi dedicato all’inverno e allo stile, due aspetti che sembrerebbero estranei a una concezione giovane della poesia. Bini è molto giovane, in effetti, ma non si nega il lusso di partire controcorrente. Nell’inverno la neve è fredda e ardente allo stesso tempo e la scrittura viva e pensata di chi ha stile non lo può essere di meno. Basta, nel caso dell’Autore, affidarsi a qualche suo incipit. «Ancora ci sorprende il planare a mezzaluna di una foglia»; «L’avvenire fu un bolide arrogante»; «Un mistero
rimase come appaia / il presente, d’incanto», e il bellissimo «Perché non sia la nebbia un infarto a mezz’aria delle cose», versi che possono
richiamare lo stile dei maggiori (Emilio Rentocchini).

 

L'autore:
Marco Bini è nato nel 1984, e abita a Vignola (MO). Si è laureato in lettere moderne all'Università di Bologna. Oltre a scrivere poesie, saggi e traduzioni, è molto attivo nell'associazionismo culturale del suo territorio, e collabora con l'organizzazione di Poesia Festival in provincia di Modena. Suoi testi sono apparsi sull'antologia Pro/testo (Fara edizioni, Rimini, 2009) e sulla rivista «Ali» (Edizioni del Bradipo, Lugo di Romagna). Ha vinto il Premio De Palchi-Raiziss 2010 di Verona e la sezione «Cantiere» del Premio Renato Giorgi 2010 della rivista «Le Voci della Luna». Collabora con la rivista «Farepoesia» di Pavia.

Bini si ha ottenuto buoni riscontri di pubblico e di critica, tra questi si segnalano:

- Premio San Domenichino – Città di Massa: segnalazione
- Premio Antica Badia di San Savino: terzo posto
- Premio Città di Penne Opera Prima: finalista

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.