25 ottobre 2011 - Forlì, Cultura, Eventi, Sanità, Società

"La Cura della Cultura": domani a Forlì il neurofisiologo Luigi Agnati

Domani, alle ore 17, nell’atrio dell’Ospedale di Forlì, per il ciclo “La Cura della Cultura”,  il neurofisiologo Luigi Agnati parlerà di “Fattori comuni a colloquio interiore, altruismo, condizioni subcliniche di malattie mentali alla luce di evidenze biologiche e intuizioni di artisti”

 

 "La Cura della Cultura" 2011 è un ciclo di incontri promosso dall'Associazione Morgagni Malattie Polmonari, diretta dal Prof. Venerino Poletti, con la collaborazione del Comune di Forlì e dell'Università degli Studi di Bologna, con il contributo di Estados Cafè, Dimensione Vending, Confindustria Forlì-Cesena, Cooperativa le Tre Civette, Magic Comunicazione, Unicredit banca e con il Patrocinio dell’AUSL di Forlì e dell’AUSL di Cesena.

L’obiettivo che questo progetto si pone è quello di rendere l’Ospedale un luogo non solo di cura, ma anche di cultura. La struttura sanitaria viene intesa, infatti, come luogo che ha cura del corpo e della mente, come parte integrante della vita sociale e culturale della città, e come piazza che accoglie ogni giorno cinquemila persone tra pazienti, familiari,operatori sanitari e visitatori. "La sfida - dichiarano gli organizzatori - è comunicare al grande pubblico in un Ospedale, attraverso la voce e la testimonianza di relatori e ricercatori di fama internazionale, la posizione della scienza, della filosofia,  su grandi tematiche del nostro tempo, meccanismi del pensiero e costruzioni culturali."

 

 

LUIGI AGNATI

Luigi Agnati, è fisiologo e neurobiologo. Dopo il conseguimento delle lauree in Medicina e in Farmacia e varie altre specializzazioni, ha ottenuto a Bologna il suo primo incarico di docente di Fisiologia umana nel 1969, a soli 29 anni. Dal 1982 è professore ordinario all'Università di Modena e dal 1993 professore aggiunto al Karolinska Institute di Stoccolma. Fa parte del comitato scientifico dell'Irccs del Lido di Venezia, collaborando agli studi sulla riabilitazione motoria e sul dolore cronico derivato da traumi e amputazioni. Ha al suo attivo centinaia di articoli e pubblicazioni scientifiche nel campo della neurobiologia. Si interessa in particolare della comprensione dei processi cognitivi, anche nell'età matura e la senescenza, del rapporto tra arte, scienza ed economia nel progresso delle neuroscienze, e delle implicazioni etiche di tale processo.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.