11 gennaio 2014 - Turismo, Forlì, Cultura, Società

Romagna Toscana, ieri un tuffo nella storia nella cornice di Palazzo Vecchio

FIRENZE Ieri mattina a Palazzo Vecchio di Firenze, nell' ambito delle celebrazioni del 450esimo della fondazione della fortezza medicea di Terra del Sole, si è tenuto un importante incontro  tra i comuni della Romagna Toscana, antica unità territoriale legata a Firenze rimasta in piedi dal 1300 al non così lontano 1923.

I rappresentanti delle amministrazioni hanno rinnovato nel corso dell’incontro di ieri la loro comune identità e l' intenzione di proseguire nella collaborazione.

 

Nel salone dei Dugento, sede del consiglio comunale di Firenze, dopo gli interventi del presidente Giani, dei sindaci di Modigliana, Castrocaro Terme e Marradi, i rappresentanti delle municipalità della Romagna Toscana, oggi divise tra la regione Toscana e l' Emilia Romagna, hanno sottoscritto la carta di intenti della Romagna Toscana che apre la strada ad una stretta collaborazione nella promozione del territorio in ambito culturale, turistico e socio economico.

 

Era presente con la delegazione dei comuni del versante appenninico romagnolo l'assessore alla formazione professionale e lavoro della provincia di Forlì, Denis Merloni.

 

A conclusione della cerimonia i rappresentanti delle municipalità tosco romagnole hanno reso omaggio all' allegoria  della Romagna Toscana dipinta nella Sala dei Cinquecento in Palazzo Vecchio.

 

Nel' occasione si è proceduto al rinnovo della presidenza dell' associazione dei comuni della Romagna Toscana: a Samorì, sindaco di Modigliana succede il sindaco di Castrocaro Luigi Pieraccini; presidente onorario e' stato nominato il presidente del consiglio comunale di Firenze Giani.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.