5 marzo 2014 - Forlì, Cronaca, Politica

Prostituzione, cinesi e competitività i 5Stelle incalzano "Noi stiamo con gli onesti"

FORLI' - la chiusura di una decina di centri massaggi gestiti da cinesi a Forlì è una notizia che non deve passare inosservata per il MoVimento Cinque Stelle di Forlì che a tal proposito interviene con una nota appena inviata alla stampa locale.

 

"Queste attività da sempre guardate con tolleranza divertita dalla cittadinanza, pur sapendo che celavano rapporti sessuali a pagamento, vanno estirpate con ogni mezzo", sostengono i pentastellati che non vogliono sollevare questioni di carattere morale ma riportano l'attenzione sullo sfruttamento delle donne, a pochi giorni dalla festa che ne celebra l'unicità e l'importanza sociale, ponendo l'accento inoltre sulla questione dell'integrazione tra comunità.

 

Quella "cinese è per sua natura poco propensa all’integrazione - proseguono i cinquestelle di Forlì - anche se naturalmente vi sono molte eccezioni, ma quando qualcuno dei suoi componenti introducono elementi di illegalità nelle loro attività diventano seriamente pericolosi per una società liberale come la nostra".

La situazione si ripercuote su molteplici livelli e tra questi anche su quello della competitività, "è una verità inconfutabile e sotto gli occhi di tutti - ribadiscono gli attivisti del MoVimento - come l'ingresso delle aziende cinesi nel settore del mobile imbottito".

Guai a chi pensa che la battaglia dei pentastellati sia raziale e per fugare ogni dubbio i cinquestelle sottolineano: "Noi stiamo dalla parte degli onesti e di chi segue le regole; quando saremo al governo della città non si concederanno licenze per attività ambigue e si toglieranno i pannelli oscuranti dalle finestre dei capannoni. A partire da metà degli anni '90 mafie e corruzione organizzata sono entrate prepotentemente nel nostro quotidiano, non voltiamo lo sguardo da altre parti, riprendiamoci il nostro territorio".

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.