19 febbraio 2014 - Forlì, Cronaca

SS67, il Sindaco di Rocca fa appello a Prefetto, Anas, Ministero e parlamentari

ROCCA SAN CASCIANO -  “Sono anni che le continue richieste di noi sindaci della valle del Montone, per denunciare la grave e pericolosa situazione della strada statale 67 Ravenna-Forlì-Firenze, specialmente nel tratto Castorcaro-San Benedetto in Alpe, restano inascoltate”.

 

Lo sostiene il sindaco di Rocca San Casciano, Rosaria Tassinari, in vista dell’incontro sulla sicurezza nella valle del Montone, organizzato dalla prefettura insieme ai sindaci di Castrocaro, Dovadola, Rocca e Portico per giovedì mattina a Castrocaro.

 

Spiega il sindaco Tassinari: “Gli allagamenti della strada in autunno, i continui incidenti anche recenti e l’intero tracciato pieno di buche spronano noi sindaci a far presente la situazione, perché la sicurezza stradale dei cittadini della valle e di tutti coloro che la percorrono è a rischio”.

 

Il sindaco di Rocca ricorda che in un incontro di qualche mese fa in prefettura fra prefetto, Anas, Polstrada e amministratori locali aveva impegnato l’Anas regionale a realizzare i primi interventi sia di manutenzione pratica (pulizia delle cunette di scolo) sia straordinaria a primavera (asfaltatura nei punti critici), “il primo passo verso interventi più sostanziosi e strutturali che richiedono ben altri impegni e stanziamenti finanziari da cercare a Roma (Anas e ministero)”.

 

Il primo cittadino di Rocca invita tutti i soggetti interessati a chiedere un interessamento presso il ministero delle Infrastrutture ed osserva “ero riuscita tre anni fa, con vari interventi a Roma, a ottenere dall’allora ministro delle Infrastrutture e Trasporti Altero Matteoli un tavolo di lavoro presso il ministero, che doveva essere appoggiato dalle due regioni, Emilia Romagna e Toscana.

 

Occorre nuovamente procedere su questa linea non appena si insedierà il nuovo governo”. Conclude il sindaco Tassinari: “La sistemazione e l’ammodernamento della SS67, sia per la sua importanza di arteria nazionale sia per la sua importanza locale per la Romagna e la valle del Montone deve essere riportata al centro delle politiche sulla viabilità locale.

 

La sicurezza e la sistemazione della strada richiede investimenti urgenti che l’Anas e il ministero devono effettuare in primavera, perché altrimenti la strada si confermerà come una mulattiera impercorribile e pericolosa per la sicurezza di migliaia di cittadini”. 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.