11 febbraio 2014 - Forlì, Politica, Società

Destinazione Forlì contro i 5 Stelle, protesta pacifica al Salone Comunale

FORLI' - 17 persone appartenenti alla Lista Civica DestinAzione Forlì si sono presentate in salone comunale, in occasione dell'evento organizzato dal M5S, con l'intento di far sapere, ai presenti in sala, che a Forlì, la lista civica DestinAzione Forlì, è stata espulsa "nonostante l'egregio lavoro svolto sul territorio e i numerosi anni trascorsi operando in piena sintonia con i principi professati dal Movimento 5 Stelle", sottolineano in una nota gli esponenti della lista civica.

 

Sono 17 quindi le persone che con coraggio, pur sapendo che la maggioranza non avrebbe approvato la loro protesta, hanno voluto fortemente testimoniare l'ancora non chiara espulsione registratasi il 6 novembre 2012

 

“Non si dovrebbero combattere i propri attivisti e se c'è qualche dubbio rispetto a comportamenti non in linea con i principi del movimento se ne dovrebbe parlare a tu per tu e l'espulsione dovrebbe essere l'ultima spiaggia, utilizzata quando tutti gli altri passaggi non hanno dato alcun risultato. Niente di tutto questo, purtroppo, è avvenuto.” ribadiscono gli attivisti della lista civica DestinAzione Forlì:

 

DestinAzione Forlì, ha così voluto testimoniare l'ingiustizia subita visto che lo stesso Grillo in Piazza Saffi, (nell'ormai lontano 29 maggio del 2009) aveva presentato sul palco gli attivisti a chiusura della campagna elettorale del movimento forlivese.

 

“La nostra espulsione dal Movimento ha espulso arbitrariamente il voto di sostegno di 3071 cittadini forlivesi”, criticano da Destinazione Forlì.

 

Gli attivisti si sono così presentati alla riunione pubblica con cartelli che riportavano la scritta: “3.071 espulsi senza democrazia”

Secondo quanto riportato dal gruppo di Raffaella Pirini, sarebbe stato detto nel corso dell'appuntamentodei pentastellati che "la lista di DestinAzione Forlì non era mai stata certificata e che è necessario andare oltre il logo e combattere insieme le comuni battaglie che non sono di proprietà di nessuno".

 

“Oltre ad affermare il falso sui rapporti di DestinAzione Forlì con il M5S, i portavoce pentastellati dimostrano di non sapere, o di dimenticare, che la stessa ghigliottina scattata per DestinAzione Forlì ha colpito duramente tante altre persone, ree solo di fare delle domande" attaccano ancora dalla Lista Civica.

 

Insomma, il profondo strappo non si ricucirà i certo e questo potrebbe portare anche ad una periclosa dispersione di voti tra i due movimenti che si confrontano non più a distanza ma in stretta convivenza, in una piccola città come quella di Forlì; la vecchia storia dei due galli nello stesso pollaio.

 

Fonti ufficiose, inoltre, preannunciano la presenza del Leader del MoVimento, Beppe Grillo, in città il prossimo 21 febbraio, notizia tutta da verificare ma che lascia aperto uno spiraglio per fare chiarezza, una volta per tutte, sulla vicenda dell'espulsione.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.