30 gennaio 2014 - Forlì, Agenda, Cultura, Eventi, Spettacoli

"L'uomo, la bestia e la virtù", Pirandello apre la stagione di prosa del Testori

FORLI' - Martedì 4 febbraio alle ore 21, il Teatro Testori ospiterà il primo spettacolo del cartellone di prosa: "L'uomo, la bestia e la virtù", di Luigi Pirandello per la regia di Monica Conti. Esilarante e atroce, è u​na commedia molto particolare all'interno dell'opera
teatrale pirandelliana, una farsa tragica che irride i falsi valori di una umanità ipocrita.

 

L'UOMO, LA BESTIA E LA VIRTU'

di Luigi Pirandello

 

regia Monica Conti

scene e costumi Domenico Franchi

luci Antonio Zappalà

 

Personaggi e interpreti:

 

Il trasparente professor Paolino Roberto Trifirò

La virtuosa signora Perella Maria Ariis

Capitano Perella Stefano Braschi

Il dottor Nino Pulejo Alessandro Tedeschi

Il signor Totò Andrea Soffiantini

Rosaria Giuditta Mingucci

Giglio Stefano Braschi

Belli Andrea Soffiantini

Nonò Antonio Giuseppe Peligra 

Grazia Monica Conti

 

assistenti alle scene: Michela Andreis, Marina Garibaldi

tecnica e fonica: Rossano Siragusano

assistente volontario: Diego Becce

foto di scena: Sonia Santagostino

scene realizzate da Area Bianca Concept Factory

scuola di Scenografia dell'Accademia Santa Giulia Brescia

in collaborazione con Sergio Cangini

 

Pirandello definì L'uomo, la bestia e la virtù una “tragédie noyée dans une farce”, in occasione della rappresentazione dell'opera a Parigi.

Senza destrutturare il testo, come avevo fatto ne L'Innesto, ho centrato il mio lavoro sul doppio, che è presente nell'opera sia a livello tematico che linguistico.

L'attrito tra un linguaggio ecclesiastico, melodrammatico e retorico (tipico dell'italietta del primo '900, ma purtroppo in voga molto spesso anche oggi) e ciò

che esso vuole occultare, un fondo laido, osceno e scurrile, serve in questo apologo a esplorare la duplicità dell'uomo.

Il ridicolo e lo strazio che deriva dal contrasto immanente tra l'uomo e la bestia che ogni uomo ha in sé.

Lo squilibrio diviene poi parossistico quando l'ipocrisia vuole occultare l'eros e crea maschere oscillanti tra due poli, come nel caso della Virtù, questa beghina, madre e moglie, che nasconde la “baldracca da trivio” che farà riaccendere l'eros assopito della Bestia. Immagine che era già nella mente dell'Uomo che così la agghinda, Paolino, professore cinico e svogliato.

Era già nascosta nella sua mente piovosa e bagnata, come forse anche tutte le altre figurine di questa piccola storia tragicomica sospesa tra realtà e sogno, che racconta molto, credo, anche oggi, di noi.

 

Monica Conti

 

 

Scritta nel 1919, L'uomo,la bestia e la virtù è una commedia molto particolare all'interno dell'opera
teatrale pirandelliana. Una farsa tragica che irride i falsi valori di una umanità ipocrita. Il trasparente signor Paolino, professore privato, ha una doppia vita: è l'amante della signora Perella, moglie trascurata del capitano di mare Perella, che torna raramente a casa perché ha un'altra donna a Napoli ed evita di avere rapporti fisici con la moglie, usando ogni pretesto. La tresca potrebbe durare a lungo e indisturbata ma, inaspettatamente, la signora Perella rimane incinta del professor Paolino. Il professore è costretto dunque ad adoperarsi per gettare la sua amante fra le braccia del marito, studiando tutti i possibili espedienti.
 

Con L'uomo, la bestia e la virtù prosegue il lavoro di Monica Conti su Pirandello iniziato nel 2006 con L'Innesto, commedia pochissimo rappresentata e quasi sconosciuta del Maestro siciliano, portata in scena, dopo un lungo laboratorio a Ivrea, nel 2007 al Teatro India di Roma.

ABBONAMENTI (5 spettacoli):
Intero € 52 
Ridotto* € 42
Ridottissimo** € 30

BIGLIETTI:
Intero € 12
Ridotto* € 10
Ridottissimo* € 8

* Bac Fondo per la Cultura, Under 25, Over 65, iscritti al
Laboratorio di teatro del Teatro Testori
** studenti universitari, scuole superiori

 

Prossimi titoli in stagione:

Un fuoco indimenticabile – concerto con le musiche degli U2, 11 febbraio

È arrivato un gommone carico di europei, 25 febbraio

Sunset Limited, di Cormac MacCarthy, 4 marzo

Antropolaroid, di e con Tindaro Granata, 18 marzo

Giovanna d'Arco, con Elisabetta Pozzi, 25 marzo

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.