29 gennaio 2014 - Forlì, Economia & Lavoro, Società

Electrolux, azienda paralizzata

FORLI’ - Questa mattina, dopo che nella giornata di ieri si sono svolte le assemblee sindacali su tutti i turni di lavoro anche nello stabilimento di Forlì per informare tutte le lavoratrici ed i lavoratori delle richieste avanzate da Electrolux nell'incontro di Mestre di lunedì, lo stabilimento forlivese è paralizzato dagli scioperi articolati che, indetti dalla RSU di fabbrica, vedono i lavoratori fermarsi con scioperi a scacchiera di venti minuti presidiando a oltranza la portineria e i cancelli.

 

Già nella giornata di ieri i lavoratori e le lavoratrici di Forlì hanno scioperato immediatamente con uno sciopero di 1,45 ore alla fine di tutti i turni.

 

Oggi invece la scelta è precisa: Electrolux è una multinazionale che continua a produrre utili e profitti e, nonostante questo, ricatta i lavoratori, il sindacato e le comunità locali (città, regioni, l'intero Paese) minacciando licenziamenti e chiusure se i lavoratori non accetteranno di lavorare a 800 euro al mese.

 

A Forlì i margini di profitto sui prodotti (forni a incasso e piani cottura) sono importanti e allora con gli scioperi di oggi i lavoratori stanno dimostrando che i ricatti dell'azienda producono un danno immediato anche all'impresa.

 

Ma non c'è solo la questione del salario.

A Forlì a giugno 2010 è stata attuata una riorganizzazione della fabbrica che ha portato la velocità sulle catene di montaggio dai 60 forni prodotti all'ora a 74 forni all'ora; oggi l'azienda richiede di alzare tale velocità a 85 pezzi all'ora (l'aumento delle velocità sui piani cottura è dai 57 ai 78 pezzi all'ora): questo significa massacrare le persone in linea di montaggio.

 

Le assemblee di ieri hanno anche confermato che i lavoratori di Forlì sono contrari alle 6 ore per tutti senza la copertura degli ammortizzatori sociali (cig o contratto di solidarietà).

 

Oggi, mentre è previsto nel pomeriggio un incontro presso il Ministero dello Sviluppo Economico che vede anche una presenza di una delegazione forlivese, con gli scioperi i lavoratori chiedono che, per la rilevanza assunta dalla vicenda Electrolux, venga convocato al più presto un incontro presso la sede della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

 

“Electrolux va fermata – commentano i sindacati - questo stanno chiedendo i lavoratori con gli scioperi che bloccano lo stabilimento”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.