25 gennaio 2014 - Forlì, Cronaca, Società

Alpi, la lotta monta a colpi di sciopero

MODIGLIANA - FILLEA CGIL, FILCA CISL, FENEAL UIL, del territorio di Forlì, la RSU e l’assemblea dei lavoratori ALPI di Modigliana giudicano “complicata e non propedeutica alla soluzione positiva della vertenza la fermezza tenuta dall’Azienda nell’incontro in sede istituzionale, dentro la procedura della mobilità aperta a  fine novembre 2013 per 242 lavoratori su 560 totali”.

 

La direzione aziendale ALPI, assistita da Unindustria, ha comunicato la propria disponibilità all’utilizzo degli ammortizzatori sociali idonei a praticare l’ipotesi di percorso prescritto presso le Istituzioni, a condizione che i lavoratori in esubero siano licenziati nei numeri previsti dalla procedura di mobilità e comunque fissando come esigenza prioritaria il numero inderogabile di 100 unità iniziali comunicando la disponibilità a distribuire la fuoriuscita dei lavoratori nei due anni.

 

Le organizzazioni sindacali ribadiscono quindi la necessità di utilizzare gli ammortizzatori sociali idonei, come previsto nel “Pacco per attraversare la crisi” vincolando la gestione degli esuberi al criterio della non opposizione al licenziamento (volontarietà) incentivato, escludendo di fatto i criteri di legge 223/91 che l’Azienda pretende qualora i volontari non fossero sufficienti all’obiettivo posto dalla stessa.

 

L’assemblea dei lavoratori, le OO.SS. e la RSU ritengono che le proprie richieste possano trovare accoglimento contestualmente alla riorganizzazione dell’Azienda e al Piano industriale che la stessa ha elaborato.

 

 

E’ chiara la presa di posizione dei sindacati e dei lavoratori che hanno così approvato un Ordine del giorno ad hoc con il quale vengono proclamate 8 ore di sciopero per il prossimo 27 gennaio con l’allestimento di un presidio davanti al cancello dello stabilimento Alpi Legno di Modigliana, presidio che si trasferirà alle 16.30 davanti alla Provincia di Forlì Cesena, in concomitanza all’incontro tra azienda e istituzioni.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.