18 gennaio 2014 - Forlì, Cronaca, Economia & Lavoro, Società

Vertenza Alpi, niente accordo, la palla passa alle istituzioni

MODIGLIANA - Si è tenuto nel pomeriggio di lunedì 13 gennaio nella sede di Unindustria Forlì, l’incontro fra l’azienda Alpi, rappresentata dal Michele Ruo ed Enzo Poggi e FILLEA CGIL, FILCA CISL, FeNEAL UIL territoriali. All’appuntamento hanno preso parte anche le RSU degli stabilimenti legno e linteco.

Le parti hanno proseguito i confronti precedenti a seguito dell’apertura della procedura di mobilità, da parte dell’azienda per 242 lavoratori su 560 totali.

 

L’Alpi ha nuovamente respinto la richiesta sindacale di ritirare i licenziamenti ed ha confermato, anche dopo l’illustrazione dei punti del piano industriale, la volontà di tagliare posti di lavoro a Modigliana e l’incontro si è concluso, quindi, con il mancato accordo fra le parti.

 

“Come sindacati di categoria ed RSU – si legge in una nota congiunta inviata da Cgil, Cisl e Uil -   abbiamo ribadito la richiesta di ritirare la procedura di mobilità rimarcando fortemente l’utilizzo degli ammortizzatori sociali idonei a questa situazione per scongiurare i licenziamenti e di definire nel contempo un piano di rilancio aziendale”.

 

 

Ora il confronto si sposta in sede istituzionale ed un primo incontro, con tutte le parti interessate, dove sarà presente un rappresentante della Regione Emilia Romagna, si terrà martedì 21 gennaio in Provincia

 

“Come FILLEA CGIL, FILCA CISL, FeNEAL UIL territoriali ed RSU abbiamo fortemente sollecitato questo appuntamento istituzionale a seguito del quale metteremo subito in calendario le assemblee dei lavoratori per informarli sugli sviluppi della vertenza – concludono i sindacati - e per decidere assieme come sostenere le nostre rivendicazioni ora che la vertenza sta entrando nel vivo”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.