17 gennaio 2014 - Forlì, Politica, Società

"Svuotacarceri", domani la Lega in presidio anche a Forlì

FORLI' - "Sabato mattina saremo davanti al carcere di Forlì per dire NO all'ennesimo provvedimento "libera tutti" che minaccia di aprire le celle a migliaia di delinquenti" - non fa sconti il Segretario Provinciale di Forlì - Cesena, Jacopo Morrone, al d.l. "svuota carceri" targato Governo Letta che rischia di avere ricadute devastanti sulla sicurezza dei cittadini.

"La politica promossa dal Governo Letta è pura follia!" - attacca Morrone - "sono di oggi i dati riguardanti l'escalation incontrollata di furti in abitazioni nella nostra provincia (Il Resto del Carlino) - in otto anni si è registrato un incremento percentuale pari al 232%! L'emergenza criminalità è sotto gli occhi di tutti e la risposta dell'esecutivo Letta a questa condizione di insicurezza è quella di aprire le carceri a migliaia di delinquenti e rimetterli in strada."

"La nostra battaglia è a fianco dei cittadini onesti che subiranno passivamente gli effetti incontrollati di questo mega indulto" - conclude il segretario leghista che preannuncia la presenza del Segretario Nazionale della Lega Nord Romagna, On. Gianluca Pini, al presidio di domani.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.