17 gennaio 2014 - Forlì, Cesena, Cronaca, Società

Caccia, Rabboni interviene sulla querelle dei richiami vivi

FORLI' / CESENA - La notizia è rimbalzata sulle testate locali in questi giorni, destando lo sdegno degli animalisti e l’ira dei cacciatori: l’utilizzo e la relativa spesa

per richiami vivi nell’attività venatoria ha creato un subbuglio tale che l’assessore regionale all’agricoltura, Tiberio Rabboni, è dovuto intervenire in prima persona per cercare di chiarire la situazione.

 

“In merito a quanto comunicato dalla consigliera regionale dei Verdi Gabriella Meo,  relativamente  all’attività di cattura e cessione di volatili utilizzati come richiamo nell'esercizio venatorio – scrive in una nota ufficiale l’assessore regionale - la Provincia di Forlì-Cesena ritiene doveroso precisare che le spese di gestione di queste strutture sono interamente a carico dei cacciatori e dunque non vengono assolutamente finanziate con risorse proprie della Provincia”.

 

L’assessore spiega come l’amministrazione, con direttive ad hoc, ha stabilito una somma precisa che il cacciatore è tenuto a corrispondere alla Provincia all’atto dell’acquisizione del richiamo.

 

“Questi introiti – continua Rabboni - derivanti dalle cessioni che versano i cacciatori costituiscono l'unico corrispettivo che la Provincia riconosce annualmente agli operatori autorizzati. Sostanzialmente, quindi, la Provincia opera solo come un soggetto intermediario obbligato per legge a gestire tale flusso di denaro per poter effettuare i dovuti controlli”.

 

L’attività è controllata e avviene nel rispetto di scrupolosi adempimenti quali l’inanellamento degli esemplari catturati e la registrazione degli stessi in appositi registri di carico/scarico forniti dalla Provincia.

 

“Come avvenuto altre volte in passato – conclude l’assessore - c’è chi su questi temi sistematicamente tende a diffondere informazioni che non trovano riscontro nella realtà al solo scopo di  generare scalpore”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.