15 gennaio 2014 - Forlì, Cesena

Valorizzazione dei dialetti il PD fa quadrato

FORLI' / CESENA - Nell’intenzione di farsi promotori del processo di implementazione e di rafforzamento della normativa relativa alla tutela e valorizzazione dei dialetti attraverso le forme che si renderanno più idonee, senza escludere il ricorso a nuovi strumenti legislativi, qualora necessari, i consiglieri regionali del Gruppo Pd promuoveranno a breve un’iniziativa con i soggetti interessati - studiosi, associazioni, artisti e operatori culturali che già da tempo lavorano su questo tema - per portare utili indicazioni e suggerimenti all’azione di riforma dell’assessorato alla Cultura.

 

A darne notizia, i consiglieri democratici Tiziano Alessandrini, Marco Barbieri, Thomas Casadei, Miro Fiammenghi, Mario Mazzotti, Anna Pariani, Roberto Piva e Damiano Zoffoli.

 

«A fronte della cancellazione della legge 45 del 1994, così come spiegato oggi in aula dall’assessore alla Cultura, Massimo Mezzetti, resta in essere la legge regionale 37 del 1994, che prevede di "favorire il recupero e la valorizzazione sia della cultura popolare, della storia e delle tradizioni locali emiliano-romagnole, sia di altre culture, fortemente presenti nella nostra regione" – spiegano i consiglieri -.  In questo ambito sono dunque comprese anche iniziative e progetti rivolti alla valorizzazione dei dialetti. Iniziative che saranno promosse dalle Province e dall’associazionismo sovralocale tramite un bando che uscirà nei prossimi giorni, e che prevedono una copertura finanziaria complessiva pari a 564.500 mila euro».

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.