13 marzo 2020 - Cesena, Cronaca

Cesena, il Comune si prende cura delle persone barricate in casa

Partita l'iniziativa “quei ragazzi della spesa”, cibo e generi di prima necessità a domicilio

Il Comune di Cesena scende in campo per agevolare la consegna a domicilio della spesa e di altri generi di prima necessità agli over 65 e a tutte quelle persone più a rischio in caso di contagio da Coronavirus. Ricordando che tra i motivi che consentono gli spostamenti dalla propria abitazione c’è anche l’approvvigionamento di generi di prima necessità, l’Amministrazione comunale va incontro a tutte quelle persone sole che non possono uscire di casa lanciando l’iniziativa solidale “Quei ragazzi della spesa”.Supereremo questo momento – commenta il Sindaco Enzo Lattuca – solo se ciascuno di noi fa la propria parte con buonsenso e responsabilità. Collaborare restando a casa è uno dei primi impegni da mantenere. C’è chi invece è costretto a restare nella propria abitazione ed è per questa ragione che a partire da oggi abbiamo iniziato a raccogliere le necessità degli anziani che sono soli e ‘barricati’ in casa per organizzare un'attività personalizzata che consenta loro di ricevere la spesa e altri piccoli servizi essenziali a domicilio grazie alla fitta rete di volontari che ringrazio sin d’ora per la disponibilità accordata”. All’iniziativa comunale hanno aderito l’Associazione ADRA, Agesci, Masci, Azione Cattolica, GMI (Giovani Musulmani d'Italia - sezione femminile di Cesena), AUSER Cesena, Associazione Michelangelo, Fondamenta, Croce Rossa Italiana, gruppo Cittadini attivi di Borello e della rete Un aiuto per tutti. “Diversi inoltre – prosegue il Sindaco – sono i singoli cittadini che si sono messi generosamente a disposizione una volta appresa la notizia senza dichiarare di appartenere ad alcuna Associazione”.

L'organizzazione del servizio sarà coordinata dal Centro Risorse Anziani di ASP Cesena Valle del Savio che da oggi ha iniziato a raccogliere le necessità delle persone chiuse in casa, ad incrociare cioè la domanda di aiuto con la disponibilità di tempo offerta dai volontari, per garantire il servizio a domicilio che sarà svolto rispettando le migliori misure di sicurezza, sia rispetto ai rischi di contagio che in merito alla necessità di identificare il volontario per evitare azioni di sciacallaggio da parte di estranei malintenzionati. Tutti i volontari che porteranno la spesa a casa delle persone richiedenti saranno dotati di autocertificazioni.

Chi avesse necessità di questi aiuti a domicilio può dunque telefonare al numero 054726700 dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 13,30 e fuori orario lasciando un messaggio in segreteria telefonica.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.