24 agosto 2019 - Cesena, Cronaca, Cultura

Arrigo Sacchi presenta “La coppa degli immortali”, ultimo appuntamento con “Freschi di stampa”

Martedì 27 agosto, alle 21 – Chiostro di San Francesco

Martedì 27 agosto alle 21 al Chiostro di San Francesco ultimo appuntamento con la rassegna “Freschi di stampa”: sarà ospite Arrigo Sacchi che presenterà il suo libro “La coppa degli immortali. Milan 1989: la leggenda della squadra più forte di tutti i tempi raccontata da chi la inventò” scritto con Luigi Garlando (Baldini&Castoldi, 2019). A dialogare con l’autore sarà Simone Arminio, giornalista della testata Il Resto del Carlino Cesena.

A trent’anni esatti dalla conquista della leggendaria Coppa dei Campioni del 1989, Sacchi racconta l’impresa che ha segnato il calcio moderno: dalla nebbia di Belgrado al 4 a 0 della finale di Barcellona, dai gol «fantasma» contro Stella Rossa e Werder Brema, al 5 a 0 al mitico Real Madrid a San Siro, vera epopea del «sacchismo». Episodi e testimonianze inediti, aneddoti gustosissimi, pagine preziose dei suoi Diari di quegli anni rimaste fino a oggi segrete e per la prima volta riprodotte integralmente: il tutto narrato grazie alla penna di Luigi Garlando, prima firma della «Gazzetta dello Sport» e autore bestseller.

Arrigo Sacchi ha sempre avuto la sua personale filosofia del calcio, uno sport in cui conta lo spettacolo, non il risultato a ogni costo. Con questo modo di intendere il football, il «profeta di Fusignano» è entrato nella Storia del gioco più bello del mondo e l’ha cambiata, introducendo princìpi e concetti mai visti prima, diventati scuola preziosa per i più illuminati fra i suoi successori. Come scrive l’autore guardando le coppe vinte “Non sono orgoglioso di quei metalli, sono orgoglioso delle idee, dei valori, del lavoro che rappresentano e degli uomini che hanno interpretato quei valori. Gli Immortali”.

Nato nel 1946, Arrigo Sacchi deve al suo paese, oltre al soprannome (il «profeta di Fusignano») anche i primi rudimenti calcistici. Dopo aver allenato nelle serie minori, arriva al Parma e da lì, nel 1987, compie il grande salto verso il Milan, dove in sole quattro stagioni vincerà due Coppe dei Campioni, uno scudetto, una Supercoppa italiana, due Supercoppe Europee e due Coppe Intercontinentali. I successi in rossonero gli valgono la nomina a commissario tecnico della Nazionale che
guiderà dal 1991 al 1996, conquistando un secondo posto ai Mondiali statunitensi del 1994. Nel 2000 abbandona l’allenamento e alterna l’attività di opinionista con incarichi da direttore tecnico. Dal 2010 al 2014 è stato coordinatore tecnico delle Nazionali giovanili. Nel 2017 è stato nominato dall’Uefa fra i 10 allenatori più influenti nell’evoluzione calcistica, e nel 2019 da «France Football» fra i 50 migliori di tutti i tempi (terzo assoluto e primo fra gli italiani).

Giornalista e scrittore, Luigi Garlando (Milano, 1962) è la firma di punta della «Gazzetta dello Sport». Appassionato di calcio, ha scritto libri di successo per ragazzi raccontando ai più giovani temi d’attualità, sociali e sportivi. È da sempre interista ma apprezza comunque il buon gioco e i campioni, ovunque essi siano. Tra i suoi libri “Per questo mi chiamo Giovanni” (2004), “Camilla che odiava la politica” (2008), “L’amore ai tempi di Pablito” (2009), “O Maé. Storia di judo e di camorra” (2014), “L’estate che conobbi il Che” (2015), con cui ha vinto il Premio Strega Ragazze e Ragazzi 2017, “Io e il Papu” (2017), “Il mestiere più bello del mondo. Faccio il giornalista” (2018), “Quando la luna ero io” (2018).

“Freschi di stampa” è realizzata in collaborazione con Librerie Coop e Ubik Librerie per presentare le novità editoriali dell’anno.

Tag: libri

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.