22 luglio 2019 - Cesena, Eventi, Spettacoli

Ritorna Borgo Sonoro, al via la 19° edizione

La bella musica nelle Terre del Rubicone: 7 comuni, 13 concerti in 12 luoghi del cuore. Coinvolte 11 associazioni e 13 cantine

Ritorna la magia di Borgo Sonoro, il festival musicale della bellezza, della cura e dello sviluppo di uno spicchio di Romagna dal fascino incontaminato. Il festival itinerante delle Terre del Rubicone in provincia di Forlì Cesena arriva alla sua 19° edizione e dal 25 luglio al 24 agosto 2019 proporrà, in 7 comuni,  13 concerti in 12 luoghi del cuore, tra i più belli di uno spicchio di Romagna che trasuda poesia: piazze, castelli, rocche, auditorium a cielo aperto sono le location privilegiate del festival musicale Borgo Sonoro. Musica di qualità in ambienti insoliti, ma anche aggregazione tra le persone, scoperta dei luoghi e difesa delle tradizioni, senza dimenticare l’enogastronomia locale. Infatti, a ogni data sarà possibile degustare i vini di cantine selezionate e la tradizionale cucina romagnola a cura delle pro loco o dei comitati.

Un grande evento che copre 4 settimane che caratterizza l’estate del territorio delle Terre del Rubicone uno tra i primi progetti in rete che ancora oggi viene preso come esempio virtuoso.

I generi musicali sono consoni con i luoghi che ospitano il borgo: jazz, swing, folk e qualche incursione nella musica classica con un’attenzione ai giovani musicisti ai quali quest’anno saranno assegnate anche numerose borse di studio. La prima borsa di studio Borgo Sonoro per musicisti di provenienza nazionale, è stata selezionata direttamente dalla direzione del Festival, e conferita al progetto SAN MARINO ACCORDEON ENSEMBLE. Il premio verrà consegnato il 25 luglio – serata inaugurale- a Monteleone al progetto “L’eclettismo della fisarmonica”,  evento unico realizzato per Borgo Sonoro 2019.

Altre tre borse di studio per giovani musicisti residenti nei territori del festival, verranno assegnate tramite un bando  i vincitori avranno anche l’opportunità di suonare nell’ultima data del Festival

La direzione artistica è affidata a Valeria Mordenti che oltre alla competenza musicale e progettuale è una grande amante del territorio del Rubicone. Anche per questo BORGO SONORO ha curato con amore e dedizione  il progetto  nei minimi particolari. Queste le sue dichiarazioni: “prima di qualsiasi cosa è la passione che mi spinge ad occuparmi di questo importante progetto, avendo conoscenza del territorio, e delle piazze lavoro sui generi consoni al luogo,  l’intento è quello di rinnovare ad ogni serata la magia del Borgo con buona musica e convivialità, creando una dimensione dove sentirsi bene, sentirsi a casa e stare bene. Percezione che l’affezionato pubblico di Borgo Sonoro sente e che ci gratifica con la sua numerosa presenza. Quest’anno sono particolarmente orgogliosa perché sono riuscita ad attivare il progetto delle borse di studio alle quali stavo pensando da un paio d’anni in quanto  credo molto nel valore e nelle potenzialità dei giovani”.

Borgo sonoro è un progetto corale di musica, aggregazione e valorizzazione, di amministrazioni che  insieme fanno squadra per la valorizzazione del territorio. L’organizzazione anche quest’anno ha riunito   7 amministrazioni comunali, 11 associazioni dedite all’accoglienza e 12 cantine vinicole per le degustazioni, calendarizzato i laboratori didattici di costruzione di oggetti musicali con materiale di riciclo  e come ogni anno allestirà le bellissime mostre a cielo aperto con le tele disegnate a mano della Stamperia Pascucci.

Per il primo anno Borgo Sonoro si mette in rete con MusicaStrada Festival in Toscana per il concerto degli Agua Madera del 6 agosto a Sorrivoli, gruppo argentino in tour per la prima volta in Italia. Questo, assicura la Direzione artistica, sarà solo l’inizio di proficue collaborazioni che oltre a dare linfa nuova sarà anche stimolo per progetti turistici all’insegna della bellezza e della buona musica. Ogni anno l’immagine guida di Borgo Sonoro è affidata a un’opera di Ilario Fioravanti e quest’anno è la volta di “Giocoliere con il fuoco”, terracotta policroma del 2002. La rassegna si svolge nei comuni di Roncofreddo (comune capofila) Borghi, Longiano, Mercato Saraceno, Montiano, Savignano sul Rubicone, Sogliano al Rubicone.

La rassegna è sostenuta dalla Regione Emilia Romagna attraverso il patrocinio e con il contributo previsto dalla Legge regionale 37 a sostegno delle rassegne culturali e artistiche.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.