19 luglio 2019 - Cesena, Cronaca, Sport

Fallimento A.C. Cesena S.p.a., i beni dello stadio Manuzzi e dell’impianto di Villa Silvia al Comune di Cesena

Il prezzo di aggiudicazione ha coinciso con l’importo a base d’asta di 26.226 euro più Iva

Il Comune di Cesena, partecipando alla relativa procedura di vendita, si è aggiudicato oggi l’acquisto dei beni mobili di proprietà della società A.C. Cesena s.p.a. presenti presso lo stadio Comunale “Dino Manuzzi” e presso l’impianto sportivo di Villa Silvia. Il prezzo di aggiudicazione, non essendo state presentate altre offerte oltre a quella del Comune di Cesena, ha coinciso con l’importo a base d’asta di 26.226 euro più Iva, per un totale di 31.995,72 euro. Da questa somma andranno però decurtati 6.100 euro (5.000 euro più Iva), in virtù del contratto di locazione sottoscritto dal Comune con la curatela fallimentare in data 14.09.2018 che prevedeva che, qualora l’Amministrazione Comunale fosse risultata aggiudicataria di tali beni mobili, un importo pari al 25% del corrispettivo previsto per il godimento di tali beni – che era di 24.400 euro (20.000 euro più Iva) – dovesse essere decurtato dal relativo prezzo di aggiudicazione.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.