22 ottobre 2018 - Cesena, Cronaca

Lettere alla redazione

Mostra sulle leggi razziali: "L'immagine è cruda ma appropriata"

Riceviamo e pubblichiamo:

"Distinta redazione di Cesena 24 ore.it, innanzi tutto mi presento: sono Giovanni Luisè librario antiquario ed editore a Rimini, la mia città. Partecipo fin dalla prima edizione alla prestigiosa fiera di Cesena dedicata al libro e alla stampa antichi. Sono anche collezionista e nell'edizione della Fiera dell'anno scorso, a novembre,  ho esposto una mia collezione sugli "Indices librorum prohibitorum" in una mostra collaterale. La stessa mostra poi proposi al Museo della mia città che me la ospitò volentieri nei mesi di gennaio e febbraio 2018.
Anche quest'anno parteciperò alla Fiera con i miei libri antichi e ho proposto, come mostra collaterale, una collezione cartacea di documenti e di immagini autentici del periodo compreso tra il 1938 e la fine della seconda guerra mondiale.
Ricorre l'ottantesimo anniversario della legislazione razziale italiana del '38 e credo che sia questa l'occasione più opportuna per trattare quell'argomento così tragicamente emblematico della nostra storia nazionale di quel momento. Mostrare, esibire, commentare cimeli concreti che raccontano fatti di quegli anni mi sembra cosa doverosa e opportuna che si dovrebbe comunque fare tutti i giorni e tutti gli anni nella scuola e nella società e non soltanto in ricorrenze decennali.
Leggo nella prima parte del vostro articolo dal titolo "nel bene o nel male, purché se ne parli" che sull'opportunità di trattare l'argomento "razziale" voi non abbiate remore né dubbi. Leggo invece nell'ultima parte dell'articolo che ciò che vi ha disturbato e che voi senza mezzi termini decisamente censurate e additate al ludibrio inorridendo è la grafica del materiale che vuole comunicare e promuovere la manifestazione.
E' l'immagine di una delle tante copertine della rivista di Telesio Interlandi "La difesa della razza". Nulla di più appropriato, secondo me. Trattando le leggi italiane sulla razza sarebbe quasi impossibile se non assurdo evitare di mostrare un'immagine tratta da una copertina di quella rivista.
Immagine cruda? Certo, come tante altre contenute in quelle riviste di cui possiedo quasi tutto il pubblicato. C'era soltanto l'imbarazzo della scelta. Mi avreste suggerito un'immagine accattivante, sorniona e paciosa? Non avrei certo accettato il suggerimento. No. Poiché sono convinto che una tanto terribile scelta storica come quella della persecuzione razziale non vada dimenticata e, come ho scritto sopra, non vada "rispolverata" soltanto nelle ricorrenze. Poiché QUELLA COSA TREMENDA è STATA COMPIUTA ED E' STATA COMPIUTA IN ITALIA DA NOI ITALIANI E NON SI POTRA' CANCELLARE MAI E MAI PERDONARCELA. NOI ABBIAMO PERMESSO CHE ACCADESSE E SE VOGLIAMO RIACQUISTARE LA DIGNITA' PERDUTA NOI DOVREMMO DIFFONDERE OGNI GIORNO QUELLE IMMAGINI CHE PER QUANTO CRUDE SIANO NON POTRANNO MAI EGUAGLIARE LA SPIETATA CRUDEZZA DEI QUEI MISFATTI."

L'invito è di andare a vedere la mostra e giudicare personalmente.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.