18 agosto 2018 - Cesena, Cronaca

Rischio di infezioni da West Nile virus: scatta l’obbligo settimanale di disinfestazione

Provvedimento in vigore fino al 30 settembre, previste sanzioni per chi non lo rispetta

Interventi non solo sulle larve, ma anche sugli esemplari adulti: si intensifica così la lotta contro le zanzare dopo la segnalazione di alcune persone colpite dal virus  West Nile nel territorio emiliano romagnolo. Questa volta le colpevoli non sono le ‘tigre’, bensì le normali ‘culex’, tuttavia il rischio non è minore.

Dopo le indicazioni ricevute dall’Ausl Romagna, il Comune di Cesena ha appena emanato un’ordinanza con la quale si prescrive ai responsabili di ospedali, case, rsa, ecc. e più in generale di tutti i luoghi di aggregazione frequentati da persone  anziane (le più vulnerabili in caso di infezione da West Nile virus), di avviare, a partire da oggi, trattamenti adulticidi settimanali  in tutte le aree verdi di pertinenza delle loro strutture.

Per l’esecuzione dei trattamenti si raccomanda di utilizzare prodotti a basso impatto ambientale e affidarsi a ditte specializzate. I gestori dovranno anche preoccuparsi di avvertire il pubblico dell’esecuzione dei trattamenti con almeno un giorno di anticipo,  esponendo nelle aree  interessate cartelli informativi che riportino la data e l’ora della disinfestazione.

Queste operazioni dovranno essere ripetute ogni settimana almeno fino al 30 settembre.

Per chi non si attiene a queste prescrizioni sono previste sanzioni fino a 500 euro.

 

Nei prossimi giorni, inoltre, sarà predisposta una seconda ordinanza – anche in questo caso su indicazione  dell’Ausl Romagna – per intensificare gli interventi larvicidi su specchi d’acqua, bacini idrici, ecc.

Queste misure si affiancano a quella dell’ordinanza emessa a metà luglio, con la quale  sono stati resi obbligatori, fino al 31 ottobre, i trattamenti adulticidi straordinari in occasione di tutte le manifestazioni pubbliche che comportino il ritrovo di molte persone all’aperto nelle ore serali in aree verdi o in zone con presenza di verde.

 

“Di fronte alla delicata situazione che si è configurata – sottolineano il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore alla Sanità Simona Benedetti – è inevitabile rafforzare le procedure attivate negli anni scorsi, ricorrendo anche a misure straordinarie, e desideriamo ringraziare l’Ausl Romagna, e in particolare il Direttore Sanitario Stefano Busetti, per la grande attenzione con la quale sta seguendo l’evolversi del quadro e lo stretto rapporto di collaborazione e di confronto con i Comuni. Dal canto nostro, siamo pronti a fare quanto è necessario per ridurre al minimo i rischi. E al tempo stesso, raccomandiamo a tutti i cittadini di mettere in atto scrupolosamente tutte le precauzioni per evitare la proliferazione delle zanzare, a cominciare dalla rimozione dei ristagni d’acqua e dai trattamenti su pozzetti e caditoie”.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.