10 luglio 2018 - Cesena, Agenda, Eventi

"Piadiniamo. La Romagna com'era una volta", arriva il must dell'estate savignanese

Una tre giorni dedicata alla piadina con canti, balli e tradizioni. Con un convegno all'Accademia dei Filopatridi e il ritorno della lira

Settima edizione per quello che è diventato un must dell'estate savignanese, che nella scorsa edizione ha visto la presenza di 35mila visitatori, e che quest'anno avrà un carattere decisamente più itinerante con tanti spettacoli in centro storico. Da venerdì 20 a domenica 22 luglio Savignano diventerà il centro della Romagna per festeggiare sua maestà la piadina con una grande festa all'aria aperta e un'immersione nella tradizione romagnola tra liscio, antichi mestieri e giochi di una volta. 

Una festa, "Piadiniamo. La Romagna com'era una volta" organizzata dall’Associazione I-Fest con il patrocinio di Città di Savignano sul Rubicone che, come ha sottolineato i sindaco Filippo Giovannini, vede un salto di qualità a livello istituzionale con il patrocinio dell'assessorato alla Cultura e Turismo Regione Emilia Romagna

Il pane della Romagna, come il poeta Giovanni Pascoli indicò la piadina romagnola, sarà al centro di un percorso di degustazione con i migliori 10 chioschi di piadina del territorio selezionati dall’Associazione I-Fest di Gianmarco Casadei – giovane e brillante cuoco romagnolo – e dal creativo Mattia Guidi. Una garanzia di qualità assoluta perfettamente in linea con il recentissimo pronunciamento della Corte Europea che ha messo il sigillo sul marchio IGP stabilendo che la vera piadina è solo quella prodotta in Romagna.

 

I CHIOSCHI, SI PAGHERA' CON LA LIRA

I dieci migliori chioschi di piadina della Romagna proporranno ognuno ognuna tre differenti farcitureclassica, speciale e dolce in una gara di  creatività e buona cucina. Non solo piada (al crudo o squaqquerone o la super classica “salsiccia e cipolla”. I chioschi – sette dalla Romagna da Cesenatico a Rimini, passando per Santarcangelo e tre da Savignano – proporranno piada per tutti i gusti tra contaminazione etnica, grani speciali e preprazioni vegane e gluten free. Tutti a Piadiniamo potranno mangiare. E sedersi in piazza Borghesi sul grande prato verde allestito ad hoc che tanto successo ha riscosso negli anni precedenti. Ma la novità di quest'anno sarà il ritorno, per tre giorni, della lira: con 10 euro si otterranno alla cassa dieci talloncini ognuno del valore di 1.000 lire da usare nei vari chioschi per prendere piadina, acqua o vino.

 

APERTURA CON IL CONVEGNO DEDICATO ALLA ROMAGNA

Venerdì 20 luglio, ad aprire la manifestazione, il convegno in programma alle ore 18 all’Accademia dei Filopatridi dal titolo “Piada e dintorni, tradizioni di Romagna”. Organizzato dal Comune di Savingano sul Rubicone ed I-Fest in collaborazione con Confesercenti, vedrà la partecipazione di esperti dell’enogastronomia romagnola a cominciare da un’autentica autorità in materia come Graziano Pozzetto. In serata, in via Cesare Battisti, lo spettacolo Shakespeare in dialèt, un tributo all’attore e regista Franco Mescolini in collaborazione con We Reading Festival e gli amici della Bottega del Teatro. Sempre in via Battisti, sabato e domenica largo alla scuola di ballo a cielo aperto dove chiunque potrà imparare a ballare il liscio. In piazza Amati, invece, venerdì 20 il programma di intrattenimento sarà aperto dalla Scuola di ballo Malpassi di Ravenna, sabato Festa dell’Aido e la serata, che vede tantissimi giovani proprio nella serata di sabato proseguirà fino a notte fonda. Domenica appuntamento con la Scuola di musica Secondo Casadei.

In piazza Borghesi, una trentina di operatori daranno vita al Mercatino degli artigiani, mentre tra gli eventi espositivi da segnalare anche la mostra di tele e stampe romagnole della storica stamperia Pascucci di Gambettola, premiata quest'anno alla festa Artusiana con il premio Marietta ad honorem.

 

UNA FESTA PER I BAMBINI

Piadiniamo è anche festa per i bambini con uno spazio di 300 metri quadrati dove i più piccoli potranno divertirsi con i giochi di legno una volta, scoprire gli animali della fattoria, oppure imparare a fare i biscotti e la piada grazie all'associazione La Verbena.

Tutti gli eventi di PIADINIAMO, LA ROMAGNA COM’ERA UNA VOLTA sono a ingresso libero e gratuito. La manifestazione fa parte del cartellone estivo “La Dolce Estate” di Savignano sul Rubicone (info Pagina Facebook SavignanoViva).

Nell’immagine della conferenza stampa: da sinistra il sindaco di Savignano Filippo Giovannini, Mattia Guidi di I-Fest, l’assessore alla cultura e turismo Maura Pazzaglia e Gianmarco Casadei (I-Fest)

 

Barbara Boattini

 

 

Tag: Piadiniamo

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.