17 febbraio 2017 - Cesena, Agenda, Spettacoli

In scena i crimini della Uno Bianca al Teatro Moderno di Savignano

Con “Le buone maniere” l’attore cesenate Michele Di Giacomo racconta una delle storie più dolorose del nostro territorio

 

Venerdì 17 febbraio, al Teatro Moderno di Savignano sul Rubicone, si torna a riflettere su uno dei capitoli più scuri della recente storia romagnola: i crimini della Banda della Uno bianca. A riportare all’attenzione quei delitti mai dimenticati è uno dei talenti emergenti del nostro territorio, l’attore cesenate Michele Di Giacomo, che in veste di interprete e regista mette in scena Le buone maniere, spettacolo teatrale scritto da Michele Di Vito e prodotto da Alchemico Tre. Inizio ore 21; biglietti € 15 (ridotti € 12).
 
Le buone maniere è una storia di uomini e fantasmi, di vittime e carnefici, e scava nel profondo dell’animo umano per far luce su quell’istinto animale che ci spinge alle azioni più scellerate. Lo spettacolo racconta la terribile scia di sangue che ha macchiato Bologna, la Romagna e le Marche tra il 1987 e il 1994, attraverso la storia di uno dei principali componenti della Banda della Uno bianca, Fabio Savi. Chiuso nella sua cella di ergastolano, il secondogenito dei fratelli Savi è tormentato dalla sua coscienza, una voce che lo obbliga a fare i conti col passato: dall’infanzia al fiume alle sere nel bar di Torriana, dal primo colpo al casello di Pesaro fino agli omicidi più atroci in compagnia dei fratelli poliziotti. In una notte senza riposo, quella voce si presenta nei panni di un ragazzo che gli ricorda le tante vittime innocenti: 24 morti e 102 feriti, in 103 azioni criminali.

Negli ultimi tempi Fabio Savi, oggi cinquantaseienne e con 22 anni di prigione alle spalle, è tornato a far parlare di sé per gli scioperi della fame, le richieste di uscire dal carcere e per un ricorso alla Corte europea dei diritti dell’uomo a cui chiede di farsi commutare la pena dall’ergastolo a 30 anni. A inizio gennaio i giornali hanno dato notizia anche della sua intenzione di pubblicare un memoriale con la sua versione dei fatti. L’autobiografia di Savi, “obliqua, raccontata in maniera parziale, con molte bugie e omertà” secondo quanto riportato da QN, sarebbe stata rifiutata da diversi editori ma la notizia, emersa nell’anniversario dell’eccidio del Pilastro di Bologna, ha riaperto le antiche ferite tra i familiari delle vittime.

Di Giacomo si avvicina invece a quel passato con rispetto e rigore storico: “Non è facile parlare dei fatti della Uno bianca, non è facile perché le vittime sono state tante, tanto il dolore e la paura. Quando si nomina la Uno bianca, ancora cala un silenzio. A distanza di vent'anni abbiamo voluto rompere questo silenzio, perché le nuove generazioni sanno poco di questa tragica storia del nostro territorio: io da romagnolo ho solo ricordi da bambino. Con rispetto abbiamo voluto ricordare e raccontare, nell’unico modo in cui siamo in grado di fare: facendo teatro”.

CINEMA TEATRO MODERNO
Corso Giulio Perticari, 5 – 47039 Savignano sul Rubicone (FC). 
Informazioni: www.cinemateatromoderno.it, info@cinemateatromoderno.it
Prenotazioni: tel. 389 0171314 (ore 12-19)
Biglietti in vendita presso la biglietteria del teatro nel giorno dello spettacolo (dalle 16) e nei giorni di programmazione cinematografica (sabato 20.30-21.30; domenica 15.30-16.30, 20.30-21.30).

I possessori di abbonamenti e biglietti per le serate di spettacolo potranno usufruire di sconti per la cena nei seguenti ristoranti: Antica Osteria del Gallo, Ossteria, Vicolo Mercato, Vecchio Mulino, Trattoria dell’Autista,  Sottomarino Giallo, Il Grottino, Il Retrogusto, Sale Fino.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.