16 maggio 2016 - Cesena, Cronaca, Politica

Rapina in A14, il commento dell'Ugl: “Solidarietà ai colleghi”

Lo Giudice: “Abbiamo chiesto al Prefetto di verificare le procedure per tutelare le guardie giurate”

CESENA. "Nell'esprimere solidarietà ai colleghi che hanno subito la rapina a mano armata oggi in A14, nel cesenate, ribadisco all'opinione pubblica e all'intera categoria che da giorni abbiamo chiesto un incontro al Prefetto di Forlì , Fulvio Rocco De Marinis, ED ANCHE AI PREFETTI DI RIMINI E RAVENNA per verificare se le  procedure e le linee guida atte a tutelare i lavoratori del settore siano attuate in ogni frangente. Visto che sempre più spesso le guardie giurate sono sempre più abbandonate a se stesse a favore dei guadagni delle aziende".

 

Questo il commento di Filippo Lo Giudice, nella foto, segretario provinciale del sindacato Ugl Sicurezza Civile di Forlì-Cesena, Rimini e Ravenna.

 

Filippo Lo Giudice chiede AI PREFETTI DELLA ROMAGNA che in un apposito tavolo istituzionale con aziende e sindacati si proceda alla verifica: "che tutti i mezzi utilizzati per il servizio siano muniti degli elementari mezzi di sicurezza passivi e attivi, come per esempio le barre anti taglio sui mezzi, il sistema di sicurezza spumablock per macchiare i soldi in caso di rapina, e che  sopratutto siano adeguati costantemente ai migliori livelli per il trasporto valori".

 

Infine , il segretario provinciale del sindacato Ugl Sicurezza Civile di Forlì-Cesena, Rimini e Ravenna, Lo Giudice,  ribadisce che: "Considerarti i tanti episodi  di violenza a danno della categoria delle guardie giurate  si rende necessario mettere mano a livello nazionale al cosiddetto decreto Maroni che permette alle aziende di mandare  anche soltanto una guardia giurata in pattuglia o in servizio di ronda a differenza  delle forze dell'ordine che  svolgono in servizio in coppia, per garantirsi un'adeguata difesa".

 

Ufficio Stampa Ugl Forlì-Cesena, Rimini e Ravenna

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.