12 gennaio 2016 - Cesena, Economia & Lavoro, Politica

Caso Sfir, i lavoratori potrebbero essere trasferiti a Brindisi e Milano

L'assemblea legislativa regionale è mobilitata per scongiurare questa possibilità

BOLOGNA. Il caso SFIR approda in Assemblea Legislativa regionale con la discussione d'urgenza di una risoluzione a firma congiunta dei Consiglieri PD Lia Montalti e Paolo Zoffoli e del Consigliere 5 stelle Andrea Bertani ed altri.

"Dopo l'annuncio da parte della Società Fondiaria Industriale Romagnola di trasferire i 21 dipendenti della sede di Cesena tra Brindisi e Milano, ci siamo mobilitati per scongiurare quello che di fatto corrisponderebbe al licenziamento di tutto il personale cesenate dell'azienda" richiamano Montalti e Zoffoli, che a fine dicembre avevano già depositato un'interrogazione sullo stesso tema.

"SFIR , come l'intero settore saccarifero, ha goduto di agevolazioni e finanziamenti da fonti comunitarie connessi agli impegni assunti dai beneficiari rispetto alle implicazioni occupazionali sul territorio. La situazione verificatasi é incresciosa ed assume una maggiore gravita proprio considerando gli aspetti conseguenti alla trasformazione del comparto saccarifero" ha dichiarato Montalti, presentando il documento in aula. 

"Per questa ragione - riprendono Montalti e Zoffoli - chiediamo che la Giunta verifichi il quadro delle agevolazioni concesse, con particolare riferimento al rispetto degli impegni occupazionali a queste connesso e ad accompagnare il confronto in corso tra sindacati ed azienda che oggi ha portato alla temporanea sospensione dei trasferimenti e alla contestuale proclamazione di scioperi".

"La risoluzione ha ottenuto il voto favorevole dell'unanimità dei presenti, tutti i gruppi politici dell'Assemblea la condividono; crediamo - concludono i consiglieri PD - che questo sia un segnale che SFIR non può ignorare".

 

Ufficio stampa Gruppo Partito Democratico Assemblea Legislativa Emilia-Romagna 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.