11 gennaio 2016 - Cesena, Cultura, Società

L'Adac dona fondi alla “Nuova Famiglia Onlus di Cesenatico” in favore dei diversamente abili

Il denaro sarà utilizzato per il progetto “Arreda una stanza”

CESENATICO. Un importante contributo dell'Adac (Associazione albergatori di Cesenatico) in favore della Fondazione Nuova Famiglia Onlus di Cesenatico (che dal 1997 si occupa dell'assistenza ai disabili adulti ed anziani) ha portato nuova linfa al progetto “Arreda una stanza” ovvero una raccolta fondi per l'arredo completo di una stanza che comporta circa una somma di 3.200 euro per una migliore assistenza e comfort in favore degli assistiti. Sono 22 i piccoli alloggi da arredare (17 monolocali e 5 bilocali) nella struttura della Nuova Famiglia (una sorta di “Don Baronio” di Cesenatico per dirla con Gino Pagliarani, sindaco revisore, o “Condominio solidale” gestito in autonomia, come lo definisce il presidente Roberto Casali) e il progetto “arreda una stanza” è rivolto al territorio, imprese, associazioni, cittadini, mondo imprenditoriale, sportivo, ecc... E adesioni stanno arrivando, l'ultima in ordine di tempo è quella dell'Adac di Cesenatico: “Dobbiamo ringraziare – fa sapere la direzione della Nuova Famiglia con sede in Via Cesenatico, 60 - il presidente Giancarlo Barocci e tutti gli associati per questo gesto, un esempio di imprenditoria sensibile e vicina alla nostra Onlus che si regge sul volontariato, sulle donazioni, sul 5 per mille, su quote dei privati che occupano gli alloggi, su contributi di enti e istituiti bancari, ma le esigenze sono sempre maggiori.”. “Se tutte le energie – aggiunge la direzione del'Onlus - della Comunità socio-imprenditoriale trovassero punti di incontro in iniziative come queste tutta la Comunità locale ne beneficerebbe”; “auspichiamo – conclude - che altre categorie imprenditoriali seguano questo esempio”. La donazione dei 3.200 euro permette, peraltro, di usufruire dei benefici fiscali previsti per legge e l'importo può essere versato anche a rate. Ad ogni stanza arredata verrà applicata una targhetta (nella foto) indicante il benefattore. Lontana dal concetto di assistenzialismo retrogrado, questa struttura, nata nel 1997 dal bisogno di varie famiglie di dare speranze odierne e future ai propri figli svantaggiati ha radici importanti: un podere con una casa colonica, testimone di un antico e nobile passato, ricco di valori e di solidarietà, poi ristrutturata, ha segnato l'inizio di questa importante esperienza. Accogliendo la proposta del vice presidente Giovanni Quadrelli, di chiamare la rinnovata struttura “La Nuova Famiglia” si è voluto mettere l'accento sulla “missione” della stessa, e sul suo stile gestionale teso a favorire l'iniziativa, l'autonomia, l'autostima degli ospiti disabili e anziani in difficoltà. L’Adac ha aderito con entusiasmo a questo progetto impegnandosi a fondo, sensibilizzando i soci, i fornitori ed in occasione di manifestazioni, feste e concerti ha promosso la raccolta dei fondi che è giunta ad un buon punto. “Ringrazio la Nuova Famiglia – ha dichiarato il Presidente Barocci - per la sua opera meritoria verso i più deboli; il fatto che da oggi un alloggio della residenza avrà il nome della associazione degli albergatori è un orgoglio per tutta la categoria”.

 

 

Associazione Onlus Nuova Famiglia di Cesenatico - Comunicazione

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.