6 luglio 2015 - Cesena, Cronaca

Cesenatico, la Polizia Municipale al lavoro nelle aree degradate della città

CESENATICO. Operazione anti-degrado della Polizia Municipale di Cesenatico, che questa mattina ha condotto ispezioni in tre luoghi di cui è nota l'incuria: la Stazione Ferroviaria, la ex scuola elementare di Villamarina e le ex colonie di Ponente.

 

L'operazione. L'operazione è stata condotta dalla Polizia Municipale di Cesenatico, forte di non meno di dieci agenti, in coordinamento con la Polizia Municipale di Bellaria-Igea Marina, che ha messo a disposizione la propria unità cinofila: un cane poliziotto e due agenti conduttori. Una vera e propria posse, che si è successivamente divisa in tre squadre, per realizzare le ispezioni praticamente in contemporanea, alle prime luci dell'alba.

Stazione. Alla Stazione Ferroviaria sono state trovate nove persone, di cui quattro nomadi provenienti da Cesena e altri quattro che sono giunti con un'autovettura. Tutti e otto sono stati allontanati dalla Stazione.

La nona persona è risultata essere un migrante, privo di documenti. Il migrante, un 21enne di Rimini non aveva il permesso di soggiorno. È risultato, tra l'altro, che al 21enne era stato già comminato un decreto di espulsione. Il ragazzo è stato denunciato a piede libero per la mancanza di documenti e l'inosservanza del decreto di espulsione, quindi rilasciato.

Villamarina. Alla ex scuola di Villamarina sono stati trovati due uomini, entrambi migranti. Uno dei due è risultato essere, ad un controllo approfondito, un pluripregiudicato senza fissa dimora. Come nel caso della Stazione, anche quest'uomo era stato colpito da provvedimento di espulsione, che aveva disatteso, cosa che gli ha procurato una denuncia.

L'altro uomo, un 41enne, è stato identificato subito. Ad entrambi, è stata inflitta la denuncia di occupazione abusiva di immobile. “Il Comune” spiega la Polizia Municipale di Cesenatico in una nota “ che è proprietario dell'edificio, è stato invitato a chiudere gli accessi forzati in modo da mettere in sicurezza l'immobile. 

 

Colonie. “Per le ex-colonie di Ponente” ha detto il Comandante Alessandro Scarpellni “si tratta di un bilancio tutto sommato soddisfacente, perché non sono state trovate nèépersone né cose o tracce di particolare allarme sociale (ad es.: ricercati, refurtiva, stupefacenti, ecc.). Si ritiene che ciò sia anche il risultato dei periodici e frequenti monitoraggi che le forze dell'ordine svolgono in questi luoghi, potenzialmente a rischio, al fine di evitare che divengano effettivamente fonte di pericoli”. In pratica, l'unica cosa da segnalare è un cittadino europeo 47enne, che viveva nell'ex colonia Daniela. Ovviamente, negli accessi alla Colonia sono stati trovati dei varchi. La Polizia Municipale chiederà alle società proprietarie la chiusura degli accessi.

 

(Michele Dori)

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.